Roberto Mancini
Roberto Mancini

Roma, 25 giugno 2021 - Si inizia a fare sul serio. Da domani ogni passo falso è fatale. Italia-Austria, a Wembley ore 21, vale un posto nei quarti di finale dell’Europeo contro la vincente di Portogallo-Belgio. L’imbuto comincia a farsi stretto verso la finale londinese e il primo tassello per l’Italia, reduce da tre vittorie nel girone, lo dovrà mettere contro l’Austria dell’ex interista Marko Arnautovic. Buone notizie per Roberto Mancini che recupere Chiellini, ipotesi panchina con Acerbi in campo, ma non Florenzi, spazio a Di Lorenzo, mentre a centrocampo Verratti è in vantaggio su Locatelli.

Mancini

La bella Italia vista fino a qui chiederà spazio ad una Austria che non ha nulla da perdere e per questo rischia di essere pericolosa. Il teatro uno dei più belli impianti del mondo: Wembley. Le parole del Mancio: “Giocare a Wembley, che è uno degli stadi più belli, è sempre un piacere – ha affermato alla vigilia - Il nostro obiettivo è fare una bella partita e divertirci. Formazione? Abbiamo un paio di dubbi ma non ci saranno problemi. Tutti faranno una grande partita”. Un pensiero sull’Austria, squadra con qualità e aggressività: “I ragazzi fino a qui sono stati bravi e ora dobbiamo continuare così, ovviamente con grande rispetto dell’avversario. Sappiamo che il match sarà difficile, non potremo sbagliare perché loro sono una ottima squadra. Speriamo di tornare qui tra due partite”.

Bonucci

Capitolo Black Lives Matter, con il noto inginocchiamento in segno di protesta contro il razzismo: l’Italia, che si era inginocchiata a metà contro il Galles, deciderà con una riunione dei giocatori se farlo o meno domani sera contro gli austriaci. Lo ha affermato Leo Bonucci in conferenza stampa: "Quando torniamo in hotel abbiamo una riunione tutti insieme, ne parleremo stasera e decideremo cosa fare".

Probabili formazioni

 

L’ultimo allenamento azzurro ha sancito il ritorno di Giorgio Chiellini, ma il capitano dovrebbe partire dalla panchina. Spazio al consueto 4-3-3 con Di Lorenzo, Bonucci, Acerbi e Spinazzola dietro, in mezzo Barella e Jorginho sicuri, mentre è ballottaggio tra Verratti e Locatelli con il primo favorito sul secondo. Davanti tridente classico composto da Berardi, Immobile e Insigne. Nell’Austria Alaba, Hinteregger, Dragovi e Lainer in difesa, mediana con Grillitsch, Laimer e Schlager, tridente offensivo con Arnautovic, ex Inter e promesso sposo del Bologna, Sabitzer e Baumgartner.

ITALIA (4-3-3): Donnarumma, Di Lorenzo, Bonucci, Acerbi, Spinazzola; Barella, Jorginho, Verratti; Berardi, Immobile, Insigne. All Mancini.

AUSTRIA (4-3-2-1): Bachmann; Alaba, Hinteregger, Dragovic, Lainer; Grillitsch, Laimer, Schlager; Sabitzer, Baumgartner; Arnautovic. All. Foda.

Leggi anche - Italia-Austria, Di Lorenzo: "Serve entusiasmo e non presunzione"