Luigi Di Maio in conferenza stampa post-elettorale (Ansa)
Luigi Di Maio in conferenza stampa post-elettorale (Ansa)

Roma, 5 marzo 2018 - Sorridente e rilassato - si direbbe già in versione leader di governo -  Luigi di Maio parla poco dopo le 12,30 del giorno dopo il trionfo elettorale a 5 stelle. Un aspirante premier che, dopo aver annunciato "siamo i vincitori assoluti di queste elezioni" politiche 2018, ringrazia gli 11 milioni di italiani "che ci hanno votato e dato la loro fiducia" e rivendica con orgoglioche M5S "triplica il numero di parlamentari. Un grandissimo risultato che avevamo annunciato".

Movimento 5 Stelle, il video dell'esultanza. "Tutti dovranno parlare con noi"

image

E ancora: "In intere regioni un cittadino su due ha votato per noi, Ci sono aree in cui siamo al 75%. Siamo primi in Liguria, Emilia Romagna, Lazio. Rappresentiamo tutto lo stivale, dalla Valle D'Aosta alla Sicilia".

image

Ed eccola, la prima zampata all'altro vincitore di queste elezioni, quel Matteo Salvini che ha portato la Lega a superare l'alleato di sempre: se M5S vince in tut'Italia "non posso dire altrettanto di altri, che rappresentano realtà territoriali...".

Una vittoria che "ci proietta verso il Governo" dell'Italia e "ci prendiamo questa responsabilià - sottolinea Di Maio in conferenza stampa - di dare un governo a questa nazione. Le coalizioni non hanno i numeri per governare".

image
Ragionevolezza, responsablità, orgoglio traspaiono da ogni parola del candidato premier: "Siamo aperti al confronto con tutte le forze politiche a partire dalle figure di garanzie che vorremo individuare per le presidenze delle due Camere ma soprattutto per i temi che dovranno riguardare il programma di lavori", dice Di Maio.
Poi un complimento al presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che - sottolinea Di Maio - saprà "guidare questo momento con autorevolezza e sensibilità, come ha sempre fatto". 

Nel breve discorso dall'hotel Parco dei Principi, Di Maio non dimentica poi di lisciare il pelo all'Europa e agli investitori:   M5S prende  "questa grande responsabilità per dare un governo all'Italia. E diciamo alla comunità internazionale, agli investitori, ma diciamo soprattutto ai nostri cittadini che questa responsabilità la sentiamo".

image

LA BENEDIZIONE DI GRILLO - "Oggi inizia la Terza Repubblica, che sarà finalmente la Repubblica dei Cittadini". Beppe Grillo rilancia, su twitter, le parole di Luigi Di Maio e poi scrive un suo post dal titolo "Torpore e passion" che recita così: "E allora grazie gente, per aver visto e interpretatato il nostro impegno per quello che è. Forse possiamo parlarne di nuovo, usare ancora quel verbo che era tutto. Perché è sempre stato tutto per chi la vive: la passione. Grazie ancora agli italiani, state iniziando a partecipare in prima persona, in alto i cuori".