5 mag 2022

Covid Campania oggi, bollettino del 5 maggio. De Luca: "Mascherine? Obbligatorie sempre"

Dopo la risalita improvvisa di ieri, che ha visto triplicare i contagi in un solo giorno, oggi la curva si stabilizza. Sono 5.112 i nuovi casi e 13 i morti. I positivi scendono a 163.897

Napoli, 5 maggio 2022 – Stretta di vite in Campania: mentre i dati dei contagi migliorano, De Luca annuncia la nuova ordinanza che rende le mascherine obbligatorie fino al 15 giugno nei posti di lavoro, pubblici e privati. Intanto, nelle ultime 24 ore, in tutte le province si registra una situazione abbastanza stabile con 5.112 i nuovi casi di Covid-19 su 29.352 test analizzati, di cui 4.547 positivi all'antigenico e 565 al molecolare. Dati in linea con il report di ieri, che indicava 5.341 positiviMascherine e lavoro: ecco cosa si è deciso oggi in Italia

Covid Campania, i dati del 5 maggio 2022
Covid Campania, i dati del 5 maggio 2022

La situazione in Campania, cosa è successo oggi:

De Luca: "Macherine? Obbligatorie sempre"

"Per quanto mi riguarda – ha detto il presidente della regione Campania De Luca – la mascherina deve essere obbligatoria sempre. Diciamolo soprattutto ai ragazzi, che possono avere la sensazione di essere poco moderni. Mettete la mascherina, anche quando passeggiate sul lungomare: ovviamente se state da soli con una ragazza togliete la mascherina, ma nei luoghi di assembramento manteniamo la mascherina. Un piccolo sacrificio per un grande risultato".

"Dobbiamo stare attenti, sia per le varianti conosciute – ha spiegato il governatore – sia per le varianti che stanno emergendo che sono non sensibili ai vaccini attuali. Dobbiamo fare attenzione per evitare che tra settembre e ottobre cominciamo a riavere il problema. Dobbiamo stringere i denti, essere prudenti in attesa di una sorta di vaccino tipo quello antinfluenzale".

I dati del 5 maggio

Sono 13 i decessi: 3 avvenuti nelle ultime 48 ore e altri 10 deceduti in precedenza, ma registrati ieri. Il conteggio degli attuali positivi, in tutta la Campania, scende a 163.897 (-4.447), mentre le persone risultate guarite nelle ultime 24 ore sono 9.546. I ricoverati nelle terapie intensive della regione sono 39 (-4) e 700 quelli presenti nelle aree non critiche dedicate ai malati Covid (-13). Il totale dei casi esaminati in Campania dall’inizio della pandemia ad oggi sale a 1.629.315

Oggi nelle province

Dopo l’exploit di ieri, che ha visto un triplicarsi di contagi, oggi i dati si sono stabilizzati in tutta la regione. L’area metropolitana di Napoli è la zona con il più alto numero di casi: oggi sono 2.342 e portano a superare gli 894mila contagiati nel bilancio degli ultimi due anni. A Salerno, lo storico della pandemia parla di quasi 287mila contagi, mentre oggi sono 1.088 i positivi riscontrati dall’analisi dei test. Nelle ultime 24 ore, a Caserta sono emersi 841 positivi: sfiora la quota dei 254mila casi dal febbraio 2022 ad oggi.

Fanalini di coda nella lista dei contagi sono ancora Avellino, con 489 nuovi contagi e un conto complessivo dei malati e dei guariti che supera la quota dei 100mila residenti in due anni, e Benevento che oggi ha invece registrato 312 nuovi positivi nelle ultime 24 ore, per un totale di quasi 64mila casi in tutto.

La situazione in Italia

La regione con il maggior numero di casi odierni è la Lombardia con 6.362 contagi, seguita da Veneto (+5.344), Campania (5.112), Emilia Romagna (+4.041) e Lazio (+3.951). I casi totali dall'inizio della pandemia salgono a 16.682.626. Ecco la situazione in tutta Italia.

Gimbe: curva in discesa

Nell'ultima settimana in Italia scendono i contagi da Covid-19 (-8,9%), con i nuovi casi che vanno sotto quota 400 mila, a fronte di un numero stabile di tamponi totali. Calano anche i decessi (-7%) che passano da 1.034. a 962 in 7 giorni (98 riferiti a periodi precedenti). Questi i dati del monitoraggio indipendente della Fondazione Gimbe per la settimana 27 aprile-3 maggio 2022.

"Tutti gli indicatori – spiega Nino Cartabellotta, Presidente della Fondazione Gimbe – sono sostanzialmente in una fase di plateau con lieve tendenza discendente. Tuttavia, indipendentemente dallo spartiacque normativo del 1° maggio, la circolazione del virus rimane molto elevata, oltre che ampiamente sottostimata: più di 56mila nuovi casi in media al giorno, tasso di positività dei tamponi antigenici al 16% e quasi 1,2 milioni di positivi. Ecco perché, indipendentemente da obblighi e raccomandazioni, mantenere la mascherina nei locali al chiuso, specialmente se affollati o poco aerati, rimane una strategia indispensabile per ridurre la circolazione virale e proteggersi dal contagio".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?