5 mag 2022

Mascherine in Campania obbligatorie: le nuove regole

Fino al 15 giugno, le mascherine saranno obbligatorie in sala riunione, mensa e nei luoghi di condivisione. Obbligo anche per i lavoratori di ristoranti, alberghi, negozi e mercati

Napoli, 5 maggio 2022 – Mascherine obbligatorie sul posto di lavoro, in Campania bisognerà indossarle nelle sale riunione, in mensa e in tutti i luoghi di condivisione. Lo stabilisce l’ultimo provvedimento varato in Campania, dove il governatore De Luca ha richiamato tutti i datori di lavoro, pubblici e privati, “all'osservanza delle norme di prevenzione sanitaria, in particolare riferite all'uso delle mascherine”.

Le nuove regole introdotte dalla Campania
Le nuove regole introdotte dalla Campania

La nuova delibera è in corso di pubblicazione e prevede che "fino al 15 giugno 2022, i titolari degli esercizi commerciali e di attività produttive, compresi gli alberghi, i ristoranti e i bar, sono tenuti ad assicurare il rispetto da parte del relativo personale del protocollo di sicurezza che impone l'uso delle mascherine in tutti i casi di condivisione degli ambienti di lavoro, quali i luoghi di riunione, le mense e le cucine". Una decisione motivata dall'andamento dei contagi in Campania

Approfondisci:

Mascherine e variante Omicron, Crisanti: "Inutile la tolleranza zero"

De Luca: “Irresponsabile non portarla”

“Resta obbligatoria in Campania, mi sembra doveroso. Faremo un 'ordinanza tra oggi e domani per il mantenimento della mascherina nei luoghi di lavoro. Resterà obbligatorio per chi lavora nella ristorazione e nel settore alberghiero”, annuncia il presidente della Campania, Vincenzo De Luca. “La mascherina è un elemento di prudenza, per chi in un ristorante sta in cucina o va a servire ai tavoli, è irresponsabile non portarla. Basta uno starnuto per avere una diffusione del contagio”. Anche nei negozi e nei mercati pubblici, ha detto De Luca, l'obbligo della mascherina
sarà mantenuto.

“Dobbiamo stringere i denti – ricorda il presidente della Giunta campana – per non avere di nuovo il problema a settembre-ottobre e aspettare un vaccino del tipo di quello antinfluenzale, che comprenda le nuove varianti. Le case farmaceutiche stanno lavorando in quella direzione e credo che lo avremo a breve”.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?