Bollettino Covid Campania del 14 novembre
Bollettino Covid Campania del 14 novembre

Napoli, 14 novembre 2021 – Con 12.538 positivi, la Campania è la terza regione con il maggior numero di nuovi casi nelle ultime 24 ore: 875 in tutto, su 25.463 test esaminati. Anche ieri il barometro del Covid è salito, ma si è arrestato a 830 casi, 45 in meno rispetto ad oggi.

Torna a salire in Campania l'indice di contagio. Ieri si viaggiava al 3%, oggi il rapporto tra positivi e tamponi si attesta al 3,43%. Due i morti, uno nelle ultime 48 ore ed un altro deceduto in precedenza, ma registrato solo ieri. Sale così a quota 8.131 il bilancio delle vittime del Covid in Campania, dall’inizio della pandemia ad oggi.

Aumentano i ricoverati, sia in degenza e sia in terapia intensiva. Negli ospedali sale a 20 (+2) il numero dei posti letto occupati nelle terapie intensive e in crescita risultano anche quelli in degenza, 292, con 7 pazienti più rispetto al giorno precedente. Il totale dei casi riscontrati negli ultimi due anni in tutte le province dall’analisi dei tampono, è di 476.563 persone. 

La situazione nelle province

Il maggior numero dei contagi continuano ad essere nell’area della Città metropolitana di Napoli, con 494 nuovi casi che portano a 282.592 il totale dei casi che si sono verificati negli ultimi 21 mesi. La seconda città, per numero di contagi, è ancora Caserta con 160 nuovi casi e un bilancio dei contagiati dal virus di 72.849 persone, dal febbraio 2020 ad oggi. A Salerno sono 119 le persone risultate positive nelle ultime ore, che portano il conteggio totale dei casi riscontrati finora in tutta la provincia a 76.382 unità. Subito dopo, nella classifica dei contagi per provincia, compare Benevento con 53 casi e 14.106 contagiati dall’inizio della pandemia. In ultima posizione, anche se per poco, c’è Avellino con 53 nuovi contagi e un conto complessivo dei malati e dei guariti di 22.175 persone. Zona gialla in Italia: quali sono le regioni a rischio e quando scatta il cambio colore

Focolaio in Irpinia, fedeli contagiati in pellegrinaggio

Un pellegrinaggio in Toscana e scoppia il focolaio nella diocesi di Ariano Irpino. Dopo un viaggio a Pioppi, il vescovo di Ariano, monsignor Sergio Melillo, e un sacerdote sono risultati positivi, con il parroco ricoverato in ospedale, in condizioni non critiche, e il vescovo in isolamento a casa.

Ma le prime indagini sul gruppo di religiosi che si è recato nel giorni scorsi in Toscana ha rivelato altri positivi. Il bollettino dell'Asl Avellino 1 fa registrare 10 nuovi casi, tra le persone monitorate. E sono più di 30 le persone in isolamento domiciliare perché venute in contatto stretto con i positivi. Il timore è che il numero di contagiati dal Covid possa crescere in prossimi giorni.

Anche nella prima ondata, nella primavera del 2020, uno dei focolai che portarono Ariano Irpino a essere la prima zona rossa in Campania fu generato da una riunione di religiosi, tra i quali si registrano anche delle vittime. Meno grave la situazione attuale, dove nessuno presenta alimenti sintomi preoccupanti.