Brumotti di ‘Striscia’ aggredito a Napoli: “Ho rischiato il linciaggio”

L’inviato del tg satirico: “Mi sono dovuto nascondere in un sottoscala. Salvato dai carabinieri”. Stava realizzando un servizio contro lo spaccio al Parco Topolino di Ponticelli

Napoli, 12 dicembre 2023 – Brumotti aggredito al quartiere Ponticelli. “Ho rischiato il linciaggio”, racconta l’inviato di ‘Striscia la Notizia’, Vittorio Brumotti, arrivato con la troupe per un’inchiesta sullo spaccio a Parco Topolino di Napoli.

“Mi sono dovuto nascondere in un sottoscala – continua il campione di bike trial – sono riuscito a salvarmi solo grazie all'intervento dei carabinieri, che mi hanno fatto da scudo e scortato in auto”.

Vittorio Brumotti poco dopo un'aggressione
Vittorio Brumotti poco dopo un'aggressione

L’aggressione

La violenza è scattata durante una serie di interviste sullo spaccio di droga, che nel Napoletano è in mano ai soldati della camorra. Brumotti aveva già registrato dei servizi a Ponticelli e ‘l’ingerenza’ della tv nazionale negli affari della malavita locale non è piaciuta.

“Eravamo lì per documentare lo spaccio – è la ricostruzione di Vittorio Brumotti, volto noto del tg satirico di Canale 5 – poco distante da dove due mesi fa abbiamo denunciato l'altare votivo che celebrava la criminalità, rimosso grazie a Striscia. Io e la mia troupe non facciamo in tempo a prendere le telecamere, quando scoppia un'insurrezione generale contro di noi”, conclude Brumotti. Il servizio andrà in onda nei prossimi giorni a ‘Striscia la Notizia’.

I precedenti 

A fine settembre, altre tensioni avevano accolto Brumotti a Napoli. Ecco cosa è successo. 

Se vuoi iscriverti al canale WhatsApp di Qn clicca qui