Con il sostegno di:

Italia, 10 viaggi in treno per ammirare la bellezza dal finestrino

Il Guardian ha selezionato 10 tratte ferroviarie italiane particolarmente suggestive per i magnifici paesaggi visibili dal finestrino

10-viaggi-in-treno-da-fare-in-italia-per-vedere-la-bellezza-deal-finestrino

Se si viaggia in treno in Italia, a detta del Guardian, è sempre bene scegliere il posto finestrino. Parte del fascino nei viaggi nel nostro Paese sta, secondo il noto giornale britannico, nell’ammirare le innumerevoli bellezze visibili lungo la tratta, cosa che in nessuna altra parte del mondo può accadere. Da nord a sud, passando da trenini panoramici a percorsi ferroviari per spostarsi da una regione all’altra, ecco quali sono i dieci itinerari più belli d’Italia da percorrere su rotaie. Si tratta di suggerimenti per il pubblico anglosassone, ma che possono ispirare anche un italiano a fare un viaggio indimenticabile.

1. Il 5 Terre Express

Il parco nazionale delle Cinque Terre in Liguria, non è solo la riserva protetta densamente più popolosa d’Italia, ma è anche una zona naturalistica di grande pregio riconosciuta come patrimonio dell’umanità UNESCO. Il 5 Terre Express è un treno panoramico che attraversa tutti i comuni del parco e, da La Spezia, arriva a Rio Maggiore, Manarola, Corniglia, Vernazza, Monterosso e fino a Levanto. Il servizio del treno è disponibile ogni giorno e le corse partono circa ogni 15 minuti. In ognuno dei paesi.

2. Bernina Express

Il Bernina Express e anche definito il Trenino Rosso o il treno delle Alpi e va da Tirano fino a Saint Moritz, in Svizzera. È la tratta ferroviaria europea costruita alla maggiore altitudine perché tocca i 2.253 metri d’altezza. Attraversa grandi prati e distese e si affaccia su vallate dai colori indimenticabili in ogni stagione. Quello che attraversa il confine italico fino ad arrivare nella vicina svizzera è anche un treno storico che nel 2022 compie ben 131 anni.

3. Trenino del Renon

Una delle più antiche funicolari d’Europa è il trenino del Renon. Si tratta di un treno di montagna ideato e realizzato sul modello dei trenini svizzeri in voga durante la Belle Epoque. Fu inaugurato nell’agosto del 1907 e attualmente collega Bolzano a Collabo, passando per Mariassunta per Soprabolzano e Stella. Viaggiando su questo convoglio da pochissimi posti è possibile ammirare scenari montuosi davvero mozzafiato.

4. Circumetnea

È la cosiddetta metropolitana di Catania, la Circumetnea percorre in poco più di tre ore tutto il perimetro del vulcano più noto di Sicilia. Può essere una valida alternativa per chi desidera scoprire l’Etna ma non se la sente di cimentarsi in escursioni e scalate a piedi. Dal treno è possibile ammirare scorci suggestivi sulla costa catanese, paesini caratteristici, tipiche coltivazioni di fichi d’india ma anche – in alcune occasioni – colate di lava (che non rappresentano però alcun pericolo).

5. Trenino Verde

Dal mare alla montagna, con calma e oltrepassando tanti borghi arroccati (e talvolta poco conosciuti), il Trenino Verde attraversa la Sardegna. L’obiettivo di questa tratta turistica è portare alla scoperta degli aspetti selvaggi di una delle regioni più affascinanti d’Italia. Dai finestrini si possono ammirare il massiccio del Gennargentu, le regioni storiche della Sardegna e ovviamente le meravigliose coste, ricche di grotte e scogliere.

6. Roma–Siracusa

Il Guardian definisce molto piacevole per gli occhi anche la tratta ferroviaria che collega la Capitale a Siracusa, in Sicilia. In effetti è questo il modo per attraversare in treno buona parte dell’Italia meridionale ammirando i paesini di campagna del Lazio, i colori e i profumi di Napoli e Salerno e le tante spiagge calabresi, a pochi passi dalla ferrovia. Una volta superato lo stretto di Messina e arrivati in Sicilia non resta che assaggiare i piatti tipici della zona e immergersi nell’antica tradizione di questa terra.7. Reggio Calabria–Scilla Partendo da Reggio Calabria, in soli venti minuti si può raggiungere Scilla, uno dei borghi più affascinanti della regione dei Bruzi. Il percorso in treno che scorre parallelo alla costa e si affaccia sul blu del mare, arriva in quello che un tempo era un paese abitato esclusivamente da pescatori. Oggi Scilla è una rinomata località turistica in cui i colori sono i grandi protagonisti. Tutte le abitazioni del centro storico – che arrivano direttamente sulla scogliera – sono infatti dipinte di colori sgargianti.

8. Venezia–Firenze

Se la stazione di partenza è Venezia, il viaggio che si compie sarà certamente all’insegna della bellezza. Attraversando parte del nord Italia e oltrepassando Bologna, Ravenna e Prato, alcune distese di grano e molti tra i vigneti più conosciuti al mondo, si arriva a Firenze. Ad accogliere i turisti giunti nel capoluogo toscano ci pensano Santa Maria Novella e ponte Vecchio, su cui fare una passeggiata rilassante.

9. Venezia–Roma

Secondo il Guardian, l’itinerario che parte da Venezia e fa tappa a Firenze può proseguire fino a Roma. Inutile dire che dopo aver ammirato la Serenissima e la città dei Medici, la Capitale è il luogo ideale in cui sostare. In ogni angolo di Roma si respira storia e meraviglia: da via del Corso in cui dedicarsi allo shopping, a fontana di Trevi in cui lanciare la monetina, fino al periferico Parco degli Acquedotti, circondato dal verde, perfetto per una rilassante pedalata al tramonto.

10. Rimini–Lecce

Non da meno è la tratta ferroviaria che costeggia il mar Adriatico. Partendo da Rimini, capitale della movida romagnola che conserva la sua bellezza anche a estate conclusa, e arrivando fino alla barocca Lecce, in Puglia, si attraversano scorci indimenticabili. Dal magico porto di Ancona, ai piccoli borghi di mare lungo la strada, si passa per i paesini alle pendici delle colline umbre e toscane, dai colori assolutamente affascinanti.