Con il sostegno di:

Unesco, Italia prima al mondo per siti patrimonio dell’umanità. Dall’Ultima Cena ai Portici di Bologna, ecco quali sono

Il Belpaese, con la sua storia ultramillenaria e le sue ricchezze naturali, ha 59 siti tutelati. Il Forum nazionale sul turismo sostenibile intende far crescere ancora di più questa ricchezza

Castel S'Angelo sul Tevere, a Roma, p tra i patrimoni dell'Unesco con il centro città e il Vaticano

L’Italia vanta il primato mondiale di maggior numero di siti riconosciuti come Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Sono infatti 59 i beni considerati di massimo valore e da tutelare nel Belpaese, grazie alla sua storia plurimillenaria. Non solo. L’Italia è al primo posto, insieme alla Francia, per il numero di paesaggi culturali riconosciuti.

Il nostro Paese è poi terzo per numero di città creative, riconosciute per il ruolo della cultura e creatività per lo sviluppo urbano sostenibile, e la prima destinazione enogastronomica al mondo. Sono alcuni dati del rapporto ‘Turismo sostenibile e patrimonio del territorio. Quali sinergie e quali impatti economici, sociali e ambientali presentato da The European House – Ambrosetti al primo Forum nazionale sul turismo sostenibile dei siti patrimonio dell’umanità Unesco, in corso in questi giorni.
Secondo gli analisti, per ogni euro di valore aggiunto diretto generato dal turismo se ne ottengono 1,31 addizionali per l’economia italiana. Il settore occupa 293mila addetti impegnati in 24 mila imprese di 16 settori economici e 62 sotto-settori che fatturano complessivamente 92,4 miliardi, cioè il 5,3% del prodotto interno lordo italiano.

Cosa sono i siti Unesco

L'ultima Cena di Leonardo da Vinci, affresco dipinto a Milano

L’ultima Cena di Leonardo da Vinci

I siti Unesco sono luoghi riconosciuti e designati dall’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura come parte del Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Questa designazione viene conferita a siti che sono considerati di importanza eccezionale per l’intera umanità dal punto di vista culturale o naturale.
Le tre categorie dei siti Unesco:
Patrimonio Culturale: siti di importanza culturale, storica, architettonica, artistica, archeologica e urbanistica, dalle città storiche ai monumenti ai siti archeologici.
Patrimonio Naturale: luoghi di eccezionale valore come parchi o riserve naturali, habitat unici.
Patrimonio Misto: si tratta di siti riconosciuti sia per il loro valore culturale che naturale.

L’obiettivo principale dell’Onu è preservare e proteggere i siti di grande importanza, ma anche promuovere come valore la diversità culturale e naturale. Il riconoscimento però ha una valenza anche economica perché può generare interesse e muovere il turismo.

Leggi anche: Borghi più belli d’Italia, 7 nuovi ingressi: ecco quali e dove sono

I siti Unesco in Italia

Portici di Bologna

Portici di Bologna

Ecco i beni tutelati in Italia dal 1980 ad oggi.

• Chiesa e Convento Domenicano di Santa Maria delle Grazie con “L’Ultima Cena” di Leonardo da Vinci
• Centro Storico di Roma, i Beni della Santa Sedee San Paolo Fuori le Mura
• Centro Storico di Firenze
• Piazza del Duomo, Pisa
• Venezia e la sua Laguna
• Centro Storico di San Gimignano
• I Sassi e il Parco delle Chiese Rupestri di Matera
• Città di Vicenza e le Ville Palladiane del Veneto
• Crespi d’Adda
• Ferrara, città del Rinascimento, e il suo Delta del Po
• Centro Storico di Napoli
• Centro Storico di Siena
• Castel del Monte
• Monumenti paleocristiani di Ravenna
• Centro Storico della Città di Pienza
• I trulli di Alberobello
• Palazzo Reale di Caserta del XVIII secolo con il Parco, l’Acquedotto Vanvitelliano e il Complesso di San Leucio
• Area Archeologica di Agrigento
• Aree Archeologiche di Pompei, Ercolano e Torre Annunziata

L'area archeologica di Pompei

L’area archeologica di Pompei

• Orto Botanico, Padova
• Cattedrale, Torre Civica e Piazza Grande, Modena
• Costiera Amalfitana
• Portovenere, Cinque Terre e Isole (Palmaria, Tino e Tinetto)
• Residenze della Real Casa Savoia
• Su Nuraxi di Barumini (Nuraghi in Sardegna)
• Villa Romana del Casale
• Area Archeologica e Basilica Patriarcale di Aquileia
• Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano con i Siti Archeologici di Paestum e Velia e la Certosa di Padula
• Centro Storico di Urbino
• Villa Adriana (Tivoli)
Assisi, la Basilica di San Francesco e altri siti francescani

La Basilica di Assisi

La Basilica di Assisi

• Città di Verona
• Isole Eolie (Isole Eolie)
• Villa d’Este, Tivoli
• Città tardo barocche della Val di Noto (Sicilia Sud-Orientale)
• Sacri Monti del Piemonte e della Lombardia
• Monte San Giorgio *(nel Lago di Lugano, Italia e Svizzera)
• Necropoli etrusche di Cerveteri e Tarquinia
• Val d’Orcia
• Siracusa e la Necropoli Rupestre di Pantalica
• Genova: Le Strade Nuove e il sistema dei Palazzi dei Rolli
• Foreste di faggio antiche e primordiali dei Carpazi e di altre regioni d’Europa *(comprende 18 stati europei tra cui l’Italia)
• Mantova e Sabbioneta
• Ferrovia retica nei paesaggi dell’Albula/Bernina * (patrimonio di Italia e Svizzera)
• Le Dolomiti
• Longobardi in Italia. Luoghi del potere (568-774 d.C.)
• Siti palafitticoli preistorici dell’arco alpino * (transfrontaliera con Italia, Francia, Svizzera, Germania, Slovenia, Austria)
• Ville e giardini medicei in Toscana
L’Etna

eruzione dell'Etna

eruzione dell’Etna

• Paesaggio vitivinicolo del Piemonte: Langhe-Roero e Monferrato
• La Palermo arabo-normanna e le Chiese Cattedrali di Cefalù e Monreale
• Le opere di difesa veneziane tra XVI e XVII secolo: Stato da Terra – Stato da Mar occidentale (transfrontaliera con Italia, Croazia e Montenegro)
• Ivrea, città industriale del ‘900
• Le Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene
I cicli di affreschi del Trecento di Padova
• Le grandi città termali d’Europa * (transfrontaliera; in Italia Montecatini terme)
I Portici di Bologna
• Carso e Grotte dell’Appennino Settentrionale