Con il sostegno di:

Il Tirolo si prepara all’antico rito della transumanza

Canti, balli e piatti tipici accompagnano il ritorno a valle delle mandrie dagli alpeggi. Ecco i principali appuntamenti

Patrimonio culturale immateriale dell’umanità, tradizione secolare legate agli alpeggi in tutto il Tirolo, la transumanza, ovvero il rientro delle mandrie di bestiame dai pascoli in quota, si rinnova anche quest’anno con appuntamenti davvero unici. A vederla sembra una sfilata di bellezza dove le modelle sono mucche, capre, cavalli e pecore. Adornate di fiori colorati, di grandi decorazioni, di campane che regalano ai turisti e agli abitanti delle valli tirolesi dei suoni quasi ancestrali.

Origini

I documenti attestano che già nel Neolitico, in estate, i pastori portavano le mandrie in quota ma è solo dalla metà del 18 ° secolo che nacque la tradizione di adornare il bestiame per celebrare il loro rientro autunnale nelle stalle, occasione per festeggiare con musica e balli. Un rito unico, un’occasione di festa per tutta la comunità. Colori, ornamenti e campane celebrano così il rientro «a casa», con l’auspicio che il viaggio sia sicuro. Le contadine dei villaggi servono ciambelle, il dolce tipico «kiachl» e altre prelibatezze, alcune delle quali sono preparate solo in questo momento speciale. In Tirolo i numeri sono grandi: 110.000 vitelli, vacche da latte, tori e buoi (oltre il 50% della popolazione bovina tirolese), e quasi 70.000 pecore, circa 6.000 capre e più di 3.000 cavalli. E’ proprio qui che è nato lo yodel, il «canto» dei pastori per chiamare le greggi e le mandrie. Le antiche canzoni popolari hanno come tema la vita estiva in montagna, per i Santi protettori invocati per protezione e benedizione (Barbara, Leonardo, Antonio e soprattutto Wendelin) sono state erette sui sentieri numerose cappelle in segno di devozione. A seconda dell’altitudine, il bestiame veniva portato in alpeggio a San Bonifaz (5 giugno), San Vito (19 giugno), San Giovanni (24 giugno) o San Kilian (8 luglio). Il ritorno era (ed è tuttora) stabilito tra San Bartolomeo (24 agosto) e San Michele (29 settembre), a seconda dell’abbondanza di erba e di acqua.

Gli appuntamenti per l’autunno 2022

Per la transumanza di Pertisau, un centinaio di mucche tornano a valle dalla malga Gramai Alm, situata nel parco naturale Karwendel sul lago Achensee, il lago più grande del Tirolo, gli appuntamenti sono questi: il 16 settembre, partire dalle ore 11, sulla malga Gramai, va in scena una festa con musica dal vivo e un mercato contadino. A mezzogiorno si scende attraverso i pascoli fino a Pertisau, dove gli animali arrivano verso le 13.00. La giornata si conclude con una serata tirolese alla malga Gramai-Alm. Il 21 settembre le mandrie partono alle ore 07.00 dalla malga Falkenmoosalm in Achenkirch e si dirigono verso Maurach per poi concludere la marcia all’hotel Oberhaushof alle ore 15.30. Il 24 settembre, dalle ore 11 alle 17 la festa è nel paese di Wiesing con la mandria del contadino Jörgen Bauer, sapientemente ornata a festa. Il 10 settembre, la scuderia dei celebri cavalli avelignesi di Ebbs Haflingergestüt-Fohlenhof (la più grande d’Europa) festeggia la transumanza dei giovani stalloni dai pascoli alpini. La festa inizia alle 11.00 con la presentazione degli stalloni, accompagnata da specialità regionali e spettacoli musicali. Intorno alle 13.00, i «giovani selvatici« arrivano dagli alpeggi alla scuderia con una cerimonia solenne. Il 17 e il 24 settembre, nel Kufsteinerland si celebra il ritorno delle mucche dai pascoli nei dintorni di Thiersee, con un tradizionale mercato contadino e una festa nella piazza del paese di Landl, con la processione e un concerto in piazza della banda musicale. Un mercato contadino con specialità gastronomiche e un programma per i bambini, con intrattenimento musicale allieta gli ospiti a partire dalle ore 13.00 circa. La transumanza a Reith im Alpbachtal è un evento tanto atteso. Il 24 settembre e il 1° ottobre 2022, il bestiame torna dalle malghe in quota e verso mezzogiorno, attraversa il paese per tornare alle proprie stalle. Tutto il paese è in festa: più di 40 intagliatori di legno, intrecciatori di cesti, distillatori di grappa e tagliatori di vetro mostrano le loro abilità a partire dalle 10 del mattino. Diversi gruppi musicali, tra cui i soffiatori di corni alpini e i Goaslschnalzer, intrattengono i visitatori. Sul grande mercato contadino e gastronomico si possono assaggiare le prelibatezze locali. La grande transumanza a Hopfgarten e Kelchsau nelle Alpi di Kitzbühel è una festa tradizionale che viene celebrata con musica locale, prelibatezze tirolesi e ottima grappa. La transumanza inizia già la sera prima del ritorno del bestiame, con una festa tirolese con musica e la danza tradizionale «Schuhplattler»: l’appuntamento è per venerdì, 23 settembre, alle 20.30 nel centro manifestazioni Salvena. La transumanza vera e propria è sabato 24 settembre: gran parte del bestiame deve essere trasferito da Kelchsau fino a Hopfgarten e Itter. Centinaia di bovini camminano quindi attraverso il mercato di Hopfgarten riempiendo le strade di allegria. Al caratteristico mercato dei contadini si possono acquistare i prodotti naturali della regione. La transumanza tradizionale di Auffach nella Wildschönau viene celebrata con una grande festa in malga e un mercato artigianale e contadino. Dopo la notte del Gru, l’ultima prima di tornare a casa dagli alpeggi, il bestiame viene munto e decorato. Poi scendono a valle. Il 24 settembre, più di 500 animali vengono condotti a valle dai pascoli alpini. I festeggiamenti iniziano alle ore 10 del mattino con un mercatino artigianale e contadino. Si possono assaggiare specialità come Brodakrapfen, Schmalznudeln, specialità di formaggio e pancetta e altre prelibatezze regionali. Dà inizio alla festa il gruppo musicale Bundesmusikkapelle Auffach.

Per ulteriori informazioni su possibili cambiamenti a causa del meteo: https://www. tirolo.com/attivita/vita-e-cultura/costumi/transumanza