Poco alcol e tanti profumi: ecco ‘Rosa’, il rosé-manifesto di Cantina Bolzano


cantina bolzano

Bolzano – Si chiama semplicemente ‘Rosa’, nome immediato e senza fronzoli, E’ il nuovo vino della Cantina Bolzano, presentato in anteprima all’ultimo Vinitaly e ora disponibile nel canale horeca.

Un vino rosato, ovviamente, perfetto per la stagione estiva. Un vino espressione del territorio, ottenuto da un vitigno autoctono come la Schiava con una piccola percentuale di un altro identitario quale il Lagrein. “Abbiamo studiato con cura l’orientamento dei consumi negli ultimi anni – spiega Stephan Filippi, enologo di Cantina Bolzano – e le scelte degli amanti del vino, così come delle generazioni ai primi assaggi, non lasciano dubbi: la tendenza attuale è orientata alla qualità del bere, con etichette fresche, dal fruttato ben percepito e dall’acidità ben integrata con una buona mineralità. Ma soprattutto con una gradazione alcolica contenuta“.

Appena quelli del Rosa, abbassati grazie alla membrana per osmosi, tecnica che permette un discreto dealcolamento senza intaccare in alcun modo aromi e gusto. Questo vino si pone dunque come ambasciatore di una nuova filosofia, sempre però fedele alla tradizione di Cantina Bolzano e del territorio altoatesino.

vino Il bouquet olfattivo che si sprigiona al calice già a 7-8 gradi – la temperatura di servizio consigliata – ha il profumo caratteristico della rosa in piena fioritura primaverile, della ciliegia selvatica e della fragola. Aromi tipici della Schiava uniti alle note acidule di ribes e uva spina, con sentori di viola appena sbocciata regalati dalla presenza del Lagrein. Al palato, il rosé di Cantina Bolzano risulta equilibrato, fresco, un vino contemporaneo e gentile in cui le note olfattive percepite al naso ricevono ampie conferme in degustazione. L’acidità ben integrata con una buona mineralità dona freschezza al sorso mentre le note morbide dell’ottimo connubio fiore-frutto regalano al Rosa un’ottima bevibilità.

Rosa, Cantina Bolzano. Prezzo: 14 euro