Con il sostegno di:

Natale nei Beni Fai: tante iniziative in tutta Italia, ecco le date e gli eventi

Dai castelli medievali all'abbazia millenaria, dagli eleganti palazzi agli affascinanti giardini: tanti luoghi per conoscere storie e tradizioni nella magica atmosfera natalizia

Visite guidate nei palazzi o nei castelli, per conoscere storie e racconti di luoghi speciali. Il tradizionale mercatino al Castello di Avio a Sabbionara di Avio (Trento), unico nel suo genere perché allestito tra le mura di un maniero medievale. Il presepe contadino al Giardino della Kolymbethra nella Valle dei Templi (Agrigento), realizzato con il fogliame di asparago, arance, mandarini e limoni. Il concerto di musica a cappella al Bosco di San Francesco ad Assisi (Perugia). O l’originalissimo corso di scrittura amanuense all’Abbazia di Santa Maria di Cerrate a Lecce, per imparare a vergare un biglietto di auguri originale. Sono alcune della proposte del Fai – Fondo per l’Ambiente Italiano per le festività natalizie. Un’occasione per scoprire i Beni Fai, dal Nord al Sud, addobbati a festa.

Castello di Avio, Sabbionara di Avio (Trento)

Mercatino nel Castello di Avio Sabbionara foto di Maurizio Sbrozzi

Sesta edizione per il mercatino di Natale dentro le mura del Castello di Avio, uno degli eventi natalizi più suggestivi del Trentino perché l’unico a svolgersi all’interno di una cinta muraria medievale. Inaugurato lo scorso 2 dicembre si potrà visitare nelle giornate dell’8, 9, 10, 16, 17 dicembre. Nelle sale del Palazzo Baronale ci saranno trenta espositori con le loro creazioni artigianali. Il mercatino è l’occasione per conoscere le eccellenze enogastronomiche e le tradizioni del Natale trentino. Dolci, salumi, formaggi del territorio, vini, sidri e birre artigianali, miele e confetture oltre alle piccole produzioni artigiane in legno, ceramica, cera e stoffa. Concerti corali, spettacoli itineranti, attività per bambini e visite guidate animeranno le giornate di apertura straordinaria del maniero. Per tutte le date sarà attivo un bus navetta da Sabbionara d’Avio (Piazza Conciliazione) e l’ingresso del castello. L’evento è organizzato in collaborazione con il Comune di Avio ed è inserito nell’ambito dei “Natali della Vallagarina”, promossi da Visit Rovereto e abbinato al “Natale nei Palazzi Barocchi” un mercatino ospitato nei palazzi storici del Comune di Ala, lungo un percorso tra le vie di uno dei centri storici meglio conservati del Trentino. Uno speciale bus-navetta consentirà ai visitatori del castello di visitare l’evento natalizio nel Comune di Ala.

Palazzo Moroni, Bergamo

Palazzo Moroni, Bergamo, Sala Gialla -Foto Barbara Verduci

Palazzo del seicentesco che conserva interni decorati, arredati e una ricca collezione d’arte, oltre a un giardino all’italiana e una vasta ortaglia che costituiscono un suggestivo parco storico nel cuore di Città Alta, Palazzo Moroni apre dall’8 dicembre. Addobbato a festa propone visite per grandi e piccoli. Attraversando le grandi sale barocche affrescate da Gian Giacomo Barbelli, sarà possibile conoscere racconti e curiosità sulle tradizioni natalizie della famiglia dei Conti Moroni. Completano il percorso le stanze allestite nell’Ottocento recentemente restaurate e aperte al pubblico. Il 9 e 10 dicembre, in occasione della festa di Santa Lucia, evento molto atteso a Bergamo, i bambini che parteciperanno alla visita potranno realizzare una graziosa busta per la letterina a Babbo Natale.

Villa Panza, Varese

Foto di Tenderinifotografia.com

Le porte del Salone Impero di Villa Panza si aprono per uno speciale afternoon tea natalizio, domenica 10 e domenica 17 dicembre, dalle ore 17.30. Sarà possibile trascorrere un piacevole pomeriggio con la famiglia o con gli amici e per scambiarsi gli auguri, condividendo una calda tazza di tè o caffè e gustando pasticceria secca e pasticcini, tartine e quiche, oppure una fetta di panettone. Il 7, 8, 10 e 23 dicembre invece sono in programma visite speciali sul tema della luce e del colore che caratterizzano Villa Panza. Partecipando ad un laboratorio sarà possibile realizzare con carte speciali un luminoso paesaggio. Gli eventi sono organizzati con il Patrocinio di Comune di Varese.

Monastero di Torba, Gornate Olona (Varese)

Foto Archeologistics-Emanuela Sguazza

E’ un luogo millenario che fu centro religioso e culturale per le monache benedettine nel Medioevo e che oggi è Patrimonio Mondiale dell’Unesco. L’8 e il 9 dicembre nell’oratorio nobiliare di S. Maria foris portas, a Castelseprio, antico castrum che sovrasta il Monastero, partendo dalla lettura dei brani dei vangeli apocrifi si potranno scoprire tanti dettagli sulla storia della Sacra Famiglia. Poi si raggiungerà il Monastero di Torba per scoprire come le immagini sacre mutino stile e colori ma portano sempre il visitatore dentro la storia viva del Cristianesimo antico. Durata: 2h30. Il ritrovo è presso l’area archeologica di Castelseprio, via Castelvecchio 1513. Lo spostamento tra Castelseprio e Torba avviene con mezzi propri. Prenotazione obbligatoria. L’8 e il 10 dicembre un percorso guidato porterà alla scoperta della storia del Monastero. A conclusione un assaggio del dolce tipico della tradizione lombarda, il panettone. Prenotazione obbligatoria. Sempre il 10 dicembre è previsto un laboratorio creativo per i più piccoli, che servendosi di foglie, ghiande, bacche e rametti cercati e raccolti intorno al monastero e con altri materiali di
riciclo, creeranno il proprio presepe.

Villa Della Porta Bozzolo, Casalzuigno (Varese)

Foto Davide Poerio

Speciale visita guidata a Villa Della Porta Bozzolo, l’8 e il 10 dicembre, per scoprire il presepe napoletano ospitato in villa e la tradizione artistica cui appartiene. Il presepe è stato donato appositamente per la villa nel 2007 dai maestri Giuseppe e Marco Ferrigno, eredi del celebre laboratorio difamiglia fondato nel 1836 in via San Gregorio Armeno, storica strada nei pressi di Spaccanapoli su cui si affacciano le botteghe degli artigiani del presepe napoletano. Villa Della Porta Bozzolo è Museo riconosciuto da Regione
Lombardia.

Palazzina Appiani, Milano

Foto di Gabriele Basilico

Palazzina Appiani, Bene in concessione dal Comune di Milano, nei giorni 7, 8, 10 e 17 dicembre (10.00 alle 17.00 ultimo ingresso ore 16.00) visite guidate speciali arricchite dalla degustazione di prodotti lombardi provenienti dall’Emporio di Casa Macchi, Bene Fai a Morazzone (Varese). Nel corso dell’appuntamento si potrà ammirare la tribuna d’onore progettata in stile neoclassico dal Canonica per ospitare Napoleone e la sua famiglia nelle occasioni pubbliche, un piccolo gioiello circondato dal verde del parco cittadino più grande di Milano. Inoltre si potranno evocare usi e costumi della provincia lombarda attraverso i sapori tipici del territorio.

Casa Macchi, Morazzone (Varese)

Foto Barbara Verduci

Domenica 10 e domenica 17 dicembre visita speciale tra le stanze di Casa Macchi, semplice dimora tipica della provincia e straordinaria testimonianza di un paesaggio domestico caratteristico della tradizione lombarda,accompagnati dalla lettura della storia natalizia “Il Natale del porto” di Mathilde Tourbillon e Beatrice Cerocchi. Al termine della visita, i bambini parteciperanno a un laboratorio creativo per realizzare una decorazione natalizia per la casa.

 

Villa del Balbianello, Tremezzina (Como)

Foto Michela Sormani

Dalle ore 17 alle 20.30 dell’8 dicembre Villa del Balbianello ospiterà “La Notte dei Presepi”, serata inaugurale dell’esposizione di presepi realizzati dall’Associazione Italiana Amici del Presepe, che rimarranno in mostra fino al 7 gennaio 2024. Durante la serata, dopo la visita della Loggia Durini e del Museo delle Spedizioni, sarà possibile ammirare nella Loggia Segrè le opere realizzate dal Maestro Antonio Pigozzi e dai maestri presepisti della sede di Tremezzina. Info e prenotazioni su www.villadelbalbianello.it

 

Villa Fogazzaro Roi, Oria Valsolda (Como)

Foto di Maurizio Sbrozzi

Fino al 7 gennaio 2024 sono in programma viste guidate all’interno della dimora ottocentesca tanto amata da Antonio Fogazzaro addobbata in veste natalizia. Tra gli arredi, i quadri e gli oggetti di squisito gusto che rievocano, ancora intatti, le atmosfere di Piccolo Mondo Antico, sarà allestita la Natività, in collaborazione con l’Associazione Italiana Amici del Presepe. Domenica 10 dicembre appuntamento con Natale in famiglia: un’esperienza da condividere con la famiglia all’insegna della creatività e della scoperta. Ci saranno una visita-gioco della casa ottocentesca e una divertente attività creativa per la realizzazione di uno speciale addobbo natalizio.
Il pomeriggio si concluderà con una merenda e musiche natalizie.

Castello e Parco di Masino, Caravino (Torino)

Foto di avieffestudio

Fino al 17 dicembre nel castello millenario nel cuore del Canavese vengono proposti speciali percorsi attraverso le sale del maniero allestite per le festività natalizie, alla scoperta delle tradizioni della famiglia Valperga e dell’atmosfera del Natale a Masino, dal Settecento al Novecento: dall’Adorazione di Gesù di scuola piemontese nel Salotto Rosso al prezioso Presepe in corallo di manifattura trapanese nella Galleria dei Poeti. Dai servizi da tè e da cioccolata alla tavola imbandita nella Sala da pranzo estiva fino ai ricordi della vigilia di metà Novecento. Domenica 10 e 17 dicembre le visite saranno dedicate ai bambini e focalizzate su divertenti curiosità: come si festeggiava il Natale in un antico castello? Quali canti natalizi si intonavano? Quali erano i giochi in voga nel passato? Come ci si augurava “Buon Natale” e come si preparava la tavola?

Castello della Manta (Cuneo)

Nei giorni 8, 9, 10, 16 e 17 dicembre è in programma uno speciale percorso per bambini dai 4 ai 10 anni. Occhi aperti per scoprire tutti gli indizi natalizi nascosti nelle sale del castello e orecchiespalancate per ascoltare le fiabe di Natale che gli indizi rivelano. Al termine, laboratori manuali per realizzare addobbi per la casa e per l’albero, centritavola e ghirlande, chiudi pacco e biglietti d’auguri. Negli stessi giorni il maniero, “vestito a festa”, proporrà visite speciali dalla Chiesa di Santa Maria del Rosario alle sale affrescate, incentrate sul racconto delle tradizioni e delle pratiche più diffuse legate ai simboli natalizi: dalla corona dell’Avvento all’albero addobbato, dal presepe alle ghirlande, dall’agrifoglio al vischio. Per gli eventi al Castello della Manta è consigliata la prenotazione.

Villa dei Vescovi, Luvigliano di Torreglia (Padova)

Foto Trevisan

Nel fine settimana dall’8 al 10 dicembre è in programma la seconda edizione di “Natale in Villa”, tre giornate per immergersi nell’atmosfera del Natale e scoprire la villa in una veste invernale, insolita per il pubblico. Quest’anno sarà allestito un mercatino natalizio negli spazi interni e sulla terrazza di Villa dei Vescovi, con gli espositori del territorio, enogastronomici e di artigianato locale, a cui si aggiungono laboratori per adulti e bambini a tema natalizio. Sono in programma anche visite guidate per scoprire la storia della villa alle ore 11, 12, 15 e 16. Per l’ingresso al Mercatino, alle terrazze e al piano terra della Villa è necessario il biglietto di ingresso speciale. Biglietto standard per la visita in autonomia anche delle sale affrescate del piano nobile e per le visite guidate.

Negozio Olivetti in Piazza San Marzo, Venezia

Foto Roberto Morelli

Due giorni, sabato 9 e 16 dicembre, occasione unica per scoprire uno degli episodi più importanti dell’architettura del Novecento. Una speciale visita guidata al Negozio Olivetti, fra i dettagli ideati da Carlo Scarpa e il pensiero, anche religioso, di Adriano Olivetti, con una lettura tratta dai Discorsi per il Natale.

Abbazia di San Fruttuoso, Camogli (Genova)

Foto di Alessandro Capretti

La vigilia di Natale più suggestiva si svolge nel borgo di San Fruttuoso, con la Messa officiata dal parroco, Padre Mario Pastorino, resa più suggestiva dalla partecipazione del coro “Voci d’Alpe” del Gruppo Alpini di Santa Margherita Ligure diretto da Giuseppe Tassi. Al termine sarà possibile visitare la splendida abbazia benedettina restaurata e riaperta al pubblico dal Fai. Nella Piazzetta Doria Pamphilj brindisi con vin brulé a cura del Gruppo Alpini, degustazione del pandolce di Natale dell’Antica Fabbrica di Cioccolato Romeo
Viganotti di Genova. Ai partecipanti sarà offerto un omaggio da parte di Helan Cosmesi di Laboratorio di Genova.

Torre e Casa Campatelli, San Gimignano (Siena)

Foto Lucio Lazzara

Torre e Casa Campatelli, una delle famose torri incorporata in un palazzo settecentesco perfettamente arredato, aprirà domenica 10 e 17 dicembre al pomeriggio per visite guidate del piano nobile, con il racconto della casa e dei suoi abitanti. Nelle antiche soffitte e nella torre medievale, un racconto multimediale ripercorre i mille anni di storia di San Gimignano. In questi spazi pieni di storia, seduti su di un comodo divano con vista sulla campagna toscana, una tazza di tè profumato conclude la visita, accompagnato da dolcetti e pasticcini di produzione locale.

Bosco di San Francesco, Assisi (Perugia)

Foto Luigi Vestuto

In occasione delle feste, il Bosco di San Francesco ospita l’8 dicembre alle ore 15.30 uno speciale concerto dei giovanissimi Tuning Voices gruppo vocale a cappella che nasce sui banchi di scuola e da oltre dieci anni si esibisce con un energico repertorio pop. Per inaugurare il periodo delle feste con il giusto spirito, il gruppo ha preparato una scaletta speciale: fra i brani proposti, Amen, della tradizione gospel; Carol of the Bells, Signed sealed delivered I’m yours di Stevie Wonder; Oh Holy Night, e molte altre sorprese.  Seguirà un’aperitivo.
Domenica 10 dicembre torna invece il tradizionale appuntamento in compagnia dello chef Luca Fabbri.  Muniti di grembiulino e cappello da cuoco verranno realizzati fantasiosi biscotti da mangiare o regalare. Il bosco si trasformerà, come per magia, in una fabbrica di delizie con tanti bambini all’opera. Prenotazione obbligatoria. Il laboratorio si svolge presso il complesso benedettino di Santa Croce.

Casa Noha, Matera

Foto di Davide Marcesini

Una passeggiata tra i Sassi, presepe naturale di Matera, per vivere l’atmosfera natalizia alla ricerca del più rappresentativo simbolo del Natale, la Natività. Un racconto della tradizione natalizia tra raffigurazioni in affreschi, presepi artistici rinascimentali e architetture rupestri, che hanno ispirato da sempre autori e artisti di
tutte le epoche. L’appuntamento è nei giorni 9, 23 e 30 dicembre con un trekking dolce per immergersi nel territorio e nella natura del Parco della Murgia Materana, tra musei a cielo aperto, all’interno di antiche cave di calcarenite e architetture religiose costruite nella roccia fino a raggiungere il presepe illuminato di Madonna delle Vergini come punto panoramico per ammirare i Sassi. Per gli eventi di Natale a Matera si consigliano abbigliamento adeguato e scarpe comode. Il 22 dicembre Casa Noha, una casa diventa luogo della conoscenza e della memoria di una storia millenaria, propone uno speciale tour virtuale che tra dipinti, sculture e paesaggi notturni che consentirà di vivere tutta la magia del Natale attraverso i presepi lucani, piccole opere d’arte conservate nei borghi storici di tutta la regione. Un racconto dedicato all’arte, alla natura e alle tradizioni che riuniscono grandi e piccini davanti al gioioso mistero della Natività. Dai Sassi di Matera fino ai borghi arroccati sulle alture, il paesaggio lucano ha ispirato da sempre autori e artisti di tutte le epoche nella rappresentazione della Natività e dello stretto legame tra uomo e natura.

Abbazia di Santa Maria di Cerrate (Lecce)

Foto di Filippo Poli

Dall‘8 dicembre al 7 gennaio 2024 l’Abbazia di Santa Maria di Cerrate, in collaborazione con la Delegazione Fai di Lecce, ospiterà il prezioso presepe con statue “focheggiate” e dipinte in cartapesta dei maestri Angelo e Giulia Capoccia. Il manufatto racchiude tutta la tradizione natalizia del territorio salentino, che trova nell’arte della cartapesta la sua massima espressività. Durante la visita si potranno conoscere le diverse fasi di lavorazione della cartapesta rappresentate su singoli manufatti, provenienti dalla “Bottega d’arte” di Giulia Capoccia. Il 9 e 10 dicembre adulti e ragazzi dai 15 anni in su potranno imparare a scrivere un biglietto di auguri come gli antichi amanuensi. Un laboratorio di calligrafia medievale tenuto dall’esperto Alessandro Fiorentino consentirà di acquisire le tecniche base della scrittura a mano. Saranno illustrati diversi esempi di scritture storiche e verrà spiegato il metodo con cui gli amanuensi strutturavano una pagina manoscritta. Al termine degli appuntamenti, si sperimenterà la scrittura su carta in corsivo italico, per realizzare un biglietto di auguri da portare a casa. Possibilità di prenotare il cestino tipico salentino fornito da Antichi sapori. Il 26 dicembre alle ore 10 nella chiesa di Santa Maria di Cerrate il coro di voci bianche “In… Canto Insieme” dell’istituto comprensivo “Elisa Springer” di Surbo, diretto dalla prof.ssa Garzya Dora, eseguirà brani del repertorio di canti tra i più rappresentativi del Santo Natale. Il 6 gennaio Festa dell’Epifania, il gruppo vocale Viri Cantores de Finibus Terrae, dell’associazione Salicus, proporrà una meditazione con canti del repertorio gregoriano tra i più rappresentativi del Santo Natale. Il 28, 29 e 30 dicembre e 6 gennaio 2024 infine si svolgerà “La Porta della Fede” percorso teatrale del Presepe, sempre a cura della Parrocchia San Nicola – Mater Domini di Squinzano, con la Compagnia Teatrale Ghéfiura di Squinzano.

Saline Conti Vecchi, Assemini (Cagliari)

Foto Connie Di Nardo

Un pomeriggio speciale per le famiglie venerdì 8 dicembre alle Saline Conti Vecchi. I bambini potranno divertirsi creando originali addobbi natalizi con il sale, mentre i genitori potranno visitare gli ambienti storici del museo. Durante il percorso sarà possibile vedere uno dei bellissimi presepi dell’artista Maria Lai, allestito in occasione delle feste di Natale fino al 7 gennaio. A seguire il tour guidato in trenino tra le vasche salanti. Il 9 e 10 dicembre due giornate dedicate a una piccola mostra mercato con artigiani locali che mostreranno il processo di lavorazione dei propri manufatti. Sarà possibile visitare gli edifici storici e partecipare al tour guidato in trenino, molto suggestivo nel periodo invernale, soprattutto per la ricchezza dell’avifauna presente, con aironi, pavoncelle, fenicotteri e altre specie di volatili. Il 16 dicembre momento musicale con un concerto tenuto dall’associazione “Hic et Nunc”. Al termine del concerto, si potrà degustare una selezione di prodotti a marchio Fai. Dal 26 al 30 dicembre cinque giorni di eventi per i più piccoli, con una visita guidata speciale alla scoperta delle meraviglie della salina. Al termine della visita, diverse attività e laboratori: il Memory, la Caccia Botanica e laboratori manuali per far conoscere la salina ai bambini partecipanti. Per i genitori speciali visite guidate degli spazi storici e tour col trenino tra le vasche salanti.

Giardino della Kolymbethra, Valle dei Templi (Agrigento)

Dal 27 al 30 dicembre alla Kolymbethra, nel cuore del Parco della Valle dei Templi di Agrigento, nella grotta che in epoca
paleocristiana fu santuario rupestre, anche quest’anno si celebra la bellissima tradizione del presepe contadino realizzato secondo le consuetudini della Sicilia rurale. La grotta dove nacque Gesù Bambino sarà costruita con il fogliame spinoso della pianta di asparago (sparacogna) e decorata con le arance, i mandarini, i limoni, i fiocchi di cotone e i tanti altri frutti della nostra campagna, che con i loro sgargianti colori e deliziosi profumi decoreranno la dimora del Bambinello. Davanti al Presepe un gruppo di musici
suoneranno le antiche novene del Natale; i visitatori del giardino potranno così vivere un’indimenticabile esperienza legata alla tradizione del popolo siciliano. In programma anche due appuntamenti dedicati ai più piccini tra storie, giochi e laboratori creativi per vivere l’atmosfera natalizia a contatto con la natura. Mercoledì 27 dicembre i bambini, accompagnati dai racconti della tradizione di Natale, verranno guidati all’interno del giardino, alla ricerca di fiori ed erbe aromatiche per confezionare sacchettini profumati da conservare in segno di buon auspicio per il nuovo anno. Sabato 6 gennaio protagonisti dell’appuntamento saranno la Befana e i Re Magi: una mattina divertente e insolita per conoscere tradizioni e racconti legati al giorno dell’Epifania.

Per altre informazioni o per prenotare visite ed eventi: www.fondoambiente.it – www.aspettailnataleconilfai.it

 

Tags: