Con il sostegno di:

Guida Michelin 2024: ecco i nuovi ristoranti Bib Gourmand

Nella Guida Michelin Italia 2024 sono 29 i nuovi Bib Gourmand, ovvero i ristoranti dall'ottimo rapporto qualità-prezzo. L'anticipazione a una settimana dalla presentazione ufficiale della guida con l'annuncio delle nuove stelle

E’ un classico della Guida Michelin: ad una settimana dal lancio della 69ª edizione della Guida Michelin Italia, che si terrà al Teatro Grande di Brescia il prossimo 14 novembre, svela i nomi dei nuovi ristoranti Bib Gourmand e annuncia un nuovo riconoscimento. Come se volesse attirare l’attenzione su un evento che non ne ha bisogno perché è il più atteso dell’anno e non solo per le Stelle che vengono assegnate. Nella Guida 2024 sono 29 i nuovi Bib Gourmand su un totale di 257 ristoranti.

Ma cosa sono?

Il Bib Gourmand, ovvero la faccia sorridente dell’Omino Michelin che si lecca i baffi, è il pittogramma che indica un ristorante che propone una piacevole esperienza gastronomica, con un menu completo ad un ottimo rapporto qualità-prezzo. Il team degli ispettori della Guida gira tutta l’Italia per scoprire i nuovi Bib Gourmand, dalle grandi città ai piccoli centri a volte raggiungibili solo con strade sterrate.

Come vengono selezionati

Nel taccuino degli ispettori uno degli elementi essenziali per la selezione dei locali e il rapporto qualità-prezzo, ma quello che fa la differenza sono la passione per la tavola e le ricette spesso ispirate alla tradizione.  “In questi locali va in scena il territorio, non sempre proposto in modo tradizionale, ma sempre attenti al gusto, al prodotto e alla filiera – afferma Sergio Lovrinovich, direttore della Guida Michelin Italia – Tra le novità della selezione 2024, La Locanda Pincelli, all’interno di un ex circolo operaio a Bologna, che propone una cucina di qualità, fantasiosa e creativa, dove l’unica concessione alla tradizione sono i tortellini. Nel centro storico di Genova, Il Rosmarino, rimarchevole espressione della cucina ligure con sapori intensi e gustosi. Da un estremo all’altro del mar Tirreno, al Vecchio Porto di Villa San Giovanni: ristorante colorato, moderno, in cui il buon pesce fresco locale viene cucinato e servito con un misto di fantasia e classicità, con una variegata proposta di crudi. Infine, una piacevole scoperta è stata l’Aciniello di Campobasso, una divertente e inaspettata cucina molisana per una trattoria imperdibile per la fragranza dei suoi piatti”

Durante la cerimonia del 14 novembre, che sarà trasmessa live sui canali Facebook e YouTube di Michelin, sfileranno i nuovi Big Gourmand, saranno annunciati i nuovi ristoranti Stellati, le nuove Stelle Verdi, ma anche i Premi Speciali Michelin. Una novità di questa edizione è il premio ‘Passion Dessert’. Per la prima volta in Italia, i ristoranti potranno essere premiati per l’alta qualità delle esperienze proposte attraverso i dolci, un modo per celebrare la creatività e l’audacia dei pastry-chef. Insomma come avrete capito anche quest’anno gli ingredienti per fare della prossima cerimonia l’evento del mondo della ristorazione con la E maiuscola ci sono tutti.

La lista completa dei nuovi Bib Gourmand

In Piemonte Del Belbo  Da Bardon di San Marzano Oliveto -Asti. In Lombardia, Mezzolitro Vini e Cucina, Rho (Milano) e Rimulas a Voghera (Pavia). In Liguria, ristorante Rosmarino di Genova. In Trentino Alto Adige: Apollonia, Nalles (Bolzano); Krone, Aldino (Bolzano); Oberraindlhof a Madonna di Senales (Bolzano); Osteria Platzegg di San Michele (Bolzano) e Ostaria Tyrol, Moena (Trento). In Veneto, Osteria Madonnetta a Marostica (Vicenza). In Emilia Romagna la Locanda Pincelli a Selva Malvezzi (Bologna), Nuova Roma di Sasso Marconi (Bologna); Buca 18 a San Clemente (Rimini). In Toscana L’Oste Dispensa a Orbetello (Grosseto) e la La Cerreta Osteria a Sassetta (Livorno). In Umbria, Camiano Piccolo a Montefalco (Perugia); Stella a Casaglia (Perugia). Nelle Marche, Nana Piccolo Bistrò di Senigallia (Ancona). In Abruzzo Il Ritrovo d’Abruzzo di Civitella Casanova (Pescara). In Molise Aciniello a Campobasso. In Campania La Dispensa di Armatore a Cetara (Salerno), La Fratanza a Nocera Superiore (Salerno). In Calabria Vecchio Porto a Villa San Giovanni (Reggio Calabria). In Sardegna ChiaroScuro e Old Friend entrambi di Cagliari; Sa Mandra di Alghero (Sassari). Infine in Sicilia, Osteria Acqualavica di Catania; Salotto sul Mare a Terrasini (Palermo), La Locanda del Colonnello a Modica (Ragusa).

Per gli amanti delle statistiche, le regioni con più Bib Gourmand sono: Emilia-Romagna 34 bib, Lombardia 29 bib, Piemonte 28 bib,Toscana 26 bib e Veneto 20 bib