Con il sostegno di:

Glamping, dormire nella natura senza rinunciare ai comfort: ecco 5 esperienze indimenticabili

Un soggiorno in totale immersione nella natura, in strutture spesso ecologiche che offrono però servizi e comfort da grand hotel

Ecobnb - Chocolate village by the river

Il glamping è un soggiorno con totale immersione nella natura, in strutture spesso ecologiche che offrono però servizi e comfort da grand hotel. Ecco quattro esempi dal Sud al Nord Italia, più uno ‘sconfinamento’

1. Lodge galleggianti sul lago – Campania

Laghi Nabi è un’opera collettiva che ha portato alla rigenerazione ambientale delle ex cave di sabbia situate sul Litorale Domizio (CE), un’area di circa 400mila mq che, attraverso bonifiche mirate, ha condotto alla nascita della prima Oasi Naturale della Campania, capace di trasformare la percezione tradizionale di turismo e relax in un’esperienza all’insegna dell’ecosostenibilità e del benessere. Nell’area, a pochi chilometri dalle principali mete turistiche e città d’arte della regione, convergono il primo Glamping del Sud Italia e la struttura alberghiera (4 stelle) Plana Resort & SPA. Il Glamping è formato da tende e Lodge in stile Luxury che galleggiano letteralmente sui laghi adagiandosi su sponde e pontili fluttuanti. La novità del 2022 è la Tenda Safari, ideale per accogliere coppie di amici o famiglie, con una spiaggia riservata con accesso diretto al lago, un grande patio esterno con vasca idromassaggio e dal letto si ammira una vista mozzafiato (disponibile dal 1° aprile). A Laghi Nabi si possono praticare molte attività acquatiche (canoe, pedalò, lezioni di vela) e sportive (mountain bike, birdwatching, lezioni di equitazione) in impianti e spazi progettati nel segno di un autentico turismo ecosostenibile.

2. Notte in una yurta mongola – Emilia-Romagna

Gli itinerari e le esperienze più originali e coinvolgenti per conoscere la storia, la cultura e la vita degli abitanti del territorio del Parmense si possono vivere con Trame d’Italia, piattaforma online per i viaggiatori alla ricerca del contatto diretto con i luoghi, le tradizioni, le persone, gli aspetti meno noti e inaccessibili delle più affascinanti località italiane. Una yurta mongola tra le cime appenniniche, affacciata sull’Oasi regionale dei Ghirardi, è il giaciglio notturno dell’itinerario “Notte in Yurta in Appennino”: due giorni nell’anima della natura, guidati dai simpatici proprietari di un agriturismo e dal custode del Castello di Compiano. Un viaggio esperienziale tra lezioni di yoga e massaggi Shiatsu, piatti d’autore, esplorazioni del bellissimo borgo di Compiano e il suo maniero con le prigioni segrete, passeggiate nel bosco di Ca’ Cigolara. L’itinerario, valido da aprile a ottobre 2022, è a partire da 218 euro a persona. In questo contesto autenticamente ecosostenibile sorgono 9 Yurta provenienti direttamente dalla Mongolia, costruite in materiali naturali e arredate in modo semplice ma molto confortevole. Sono posizionate su pedane di legno per offrire una migliore coibentazione dal freddo e sono dotate di luce, servizi igienici esterni, ma ad uso esclusivo.

3. Glamping in tende di lusso – Toscana

Sant’Egle a Sorano in provincia di Grosseto è un agriturismo biologico, glamping e bike resort, ricavato in un’affascinante dimora storica, che nel 1600 era una Dogana e che oggi offre esempi virtuosi di risparmio energetico: il 100% dell’energia usata è prodotta da fonti rinnovabili. Per un soggiorno eco-chic ci sono 2 luxury tent (tende di lusso, con tutti i comfort dell’hotel) di 60 mq, per godere dei piaceri della vita all’aria aperta e aprirsi a una nuova esperienza sensoriale. La colazione è a buffet con prodotti aziendali biologici o di aziende bio della zona (qui si coltivano con il metodo biologico biodinamico e sinergico spirulina, zafferano, stevia RebA, frutta, verdura e il Tartufo (tuber brumale), certificati bio). A disposizione bio piscina di acqua salata e la hot tub di acqua calda, la limonaia, un portico arredato con divani e comodi cuscini, un giardino con un albero secolare con tavolini, sedie, chaise long, amache, un gazebo per godersi unici momenti di relax e un teatro di paglia per assistere, in estate, al cinema sotto le stelle e a spettacoli di vario genere. La struttura è per soli adulti.

4. I cubi di vetro sul lago – Alto Adige

glamping alto adige Quelli che si trovano nell’area del meraviglioso lago di Dobbiaco , incastonato fra le Dolomiti, non sono semplici chalet ma vere e proprie strutture futuristiche perfettamente integrate nell’ambiente, che consentono di dormire davvero sotto il classico tetto di stelle. Si chiamano Skyview Chalets, dedicati a chi ama la libertà ma anche il massimo del comfort. 12 glass cube, realizzati da maestranze locali impegnate a reinterpretare un concetto tradizionale in senso ultra-contemporaneo, utilizzando stoffe e legni del territorio. La categoria Deluxe vanta anche sauna a infrarossi e una jacuzzi sul terrazzo panoramico. La colazione – ovviamente bio e con prodotti del territorio – viene recapitata e lasciata davanti alla porta con quad elettrici. Dormire sotto il firmamento, grazie a una copertura trasparente, e allo stesso tempo con la vista sul lago è un’esperienza da togliere il fiato.

5. Casette sugli alberi – Slovenia

Glamping Slovenia In Slovenia, il Chocolate village by the river offre un “dolcissimo” soggiorno. Nel resort glamping, che offre anche casette panoramiche sugli alberi e sul laghetto naturale e sorge vicino al parco Natura 2000, tutto è a base di cioccolato: dalla colazione ai laboratori e alle degustazioni nella fabbrica di cioccolato (che dista pochi passi), fino ai massaggi e ai bagni al cioccolato. La meta è ideale per l’estate perché offre il percorso ciclistico Drava, sport sul fiume (canoa, stand-up paddle boarding, vela), splendidi percorsi per correre e camminare lungo il fiume.