Con il sostegno di:

L’Athesis Brut Alto Adige Kettmeir è il miglior spumante italiano

Le 'bollicine delle Dolomiti' premiate allo Champagne & Sparkling Wine World Championships

Il Metodo Classico Athesis Brut Alto Adige Kettmeir è il miglior spumante italiano. Questo il verdetto dell’ottava edizione dello ‘Champagne & Sparkling Wine World Championships’, prestigiosa e autorevole classifica internazionale la cui premiazione si è tenuta ieri sera alla Merchant Taylors Hall di Londra. A ritirare il premio sono stati Alessandro e Giacomo Marzotto, quarta generazione alla guida di Santa Margherita Gruppo Vinicolo, di cui Kettmeir fa parte dal 1986

L’Athesis Brut Alto Adige Kettmeir è stato premiato ‘National Champion Best Italian Sparkling Wine’ ma anche ‘World Champion Rising Star’: un doppio riconoscimento che certifica l’ascesa altoatesina anche nel segmento spumanti, a completamento di una gamma enologica di altissimo livello accanto ai già affermati bianchi e rossi. E’ la prima volta in otto anni che un vino dell’Alto Adige vince il  ‘National Champion Best Italian Sparkling Wine’.

Immersa nei vigneti di Caldaro, Kettmeir è una storica cantina fondata nel 1919 che oggi si caratterizza proprio per la vocazione spumantistica, distinguendosi come uno degli esponenti più autorevoli di quella ‘via altoatesina’ alle bollicine che sta appunto scalando le gerarchie spumantistiche italiane. “Si parla tanto di territorio, e allora noi vogliamo che si senta da quando si mette il naso nel bicchiere. Chi beve Kettmeir deve pensare: ecco l’Alto Adige”, afferma Josef Romen, enologo della cantina.

Blend di Chardonnay, Pinot Bianco e Pinot Nero da vigne collocate tra i 450 e i 600 metri di altitudine, l’Athesis di distingue per il colore giallo paglierino brillante, il perlage finissimo e persistente, i profumi fruttati con nota equilibrata di lievito. Il sorso è fresco, di ottima persistenza, con un bel retrogusto di frutta secca. Uno spumante che esprime in pieno il concetto di ‘bollicine delle Dolomiti’.