Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
28 feb 2022

Ucraina: le milizie di Putin, i volontari per Kiev. Irregolari in campo: ecco chi sono

L’armata Wagner e i ceceni combattono per Mosca . L’appello di Zelensky per una Brigata internazionale

28 feb 2022
mario arpino
Esteri

L’attuale conflitto ripropone il problema delle truppe irregolari. L’Ucraina ha dato incarico alle ambasciate di reclutare volontari disponibili a combattere. Gli aderenti, annuncia il bando, dovranno presentare "documenti che confermino esperienza in campo militare o nelle forze dell’ordine" ed entreranno a far parte di una nuova unità denominata 'Legione internazionale'. Quindi, personale già pronto al combattimento, cui necessiterà solo un breve periodo di amalgama e di ambientamento locale. Evidentemente c’è urgenza, la pressione è forte e manca il tempo per un addestramento basico. Ucraina, raid e bombardamenti sulle città. Atteso nuovo negoziato Negoziati tra Ucraina e Russia Per la Russia questo problema non esiste: da anni utilizza personale militarmente addestrato nell’ambito del Gruppo Wagner, società privata che fa capo all’oligarca Dmitriy Valeryevich Utkin. Recentemente, questi paramilitari si sono fatti notare in Libia e nell’Africa subsahariana francofona. Un’aliquota di questi mercenari sarebbe già stata trasferita per combattere nel Donbass. Inutile gridare allo scandalo, perché in Iraq (ed anche in Afghanistan) gli Stati Uniti non sono stati da meno. Secondo la rivista Analisidifesa , solitamente bene informata, in Iraq nel periodo dello scontro con l’Isis il numero dei così detti contractors è quasi decuplicato, con il 70 per cento costituito da civili americani forniti dalla Società Blackwater. Nel corso dell’operazione Inherent Resolve, nelle truppe il rapporto tra contractors e militari era all’incirca di un civile ogni nove militari, con un contractor ogni due soldati verso la fine. In Afghanistan nel periodo cruciale il rapporto era circa uno a uno, in Vietnam uno a cinque, in Desert Storm uno a 60, mentre in Bosnia e in Kosovo il rapporto era rispettivamente di uno a 10 e uno a due. È prassi Usa che, al rientro delle truppe combattenti, parte dei contractors venga trasferita dal Pentagono al Dipartimento di Stato, con funzioni di addestramento ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?