18 mar 2022

Il discorso di Putin, una messa in scena (curata nei particolari) con molti punti oscuri

Il presidente russo ha parlato per due minuti. Una concisione che rivela la paura di un attentato? E la trasmissione in diretta è stata turbata da un incidente, guasto o sabotaggio?

roberto giardina
Esteri

Grande spettacolo allo stadio per Putin, innanzi alla folla che gremiva gli spalti, centinaia di bandiere sventolanti, cori e marce militari. Una messa in scena curata nei particolari, ma con molti punti oscuri. Questi eventi piacevano ai dittatori di ieri, a Hitler o a Mussolini. Fidel Castro parlava per cinque ore, Putin ha parlato per due minuti, un record al contrario. Una concisione che rivela la paura di un attentato? E la trasmissione in diretta è stata turbata da un incidente, guasto o sabotaggio? Putin negli ultimi mesi ha evitato i contatti fisici, ha tenuto a distanza di metri anche gli ospiti stranieri, e ieri si è voluto mischiare alla folla. Per ostentare forza fisica, messa in dubbio da molti voci, e allo stesso tempo restare prudente, ridurre il rischio al minimo? L'ultima settimana è stata segnata dalle purghe che hanno falcidiato i suoi collaboratori, e eliminato anche generali fino a ieri giudicati fedeli al Cremlino. Nelle poche parole, Putin ha ricordato più volte l'unità del paese. Sono tutti ancora con lui? È stato un discorso al popolo, e ha trovato il tono e i gesti giusti, rassicurante, autoritario ma non marziale. Ucraina, perché il ministro Guerini è nel mirino di Putin. Rinfacciati anche aiuti Covid Zelensky: "Parlare di pace". Ma Mosca: "Prima concordare testo" Lo scrittore Lilin: "Prova di forza contro l'Occidente" "L’esercito russo non ha più tempo". La guerra si decide in dieci giorni Putin non ha urlato. Il messaggio che vuol far passare è paradossale: non è lui l’aggressore, il nuovo Hitler, ma l’aggredito. "L’Occidente – scandisce – ha un solo obiettivo, annientare la Russia, compiere un genocidio, come i nazisti". Per questo, ha proseguito, siamo dovuti entrare in Ucraina. Su un gigantesco striscione allo stadio campeggiava lo slogan: "Un mondo senza nazismo".  È apparso sul podio ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?