19 mar 2022

Ucraina news, "bombardamenti a Kharkiv: morti e feriti". Mosca minaccia l'Italia

Zelensky: "Parlare di pace". Ma Mosca: "Prima concordare testo". Lanciato missile ipersonico russo su arsenale ucraino. ​Coprifuoco a Zaporizhzhia, vicesindaco ad abitanti: "Non uscite". Nuovi corridoi umanitari. Johnson: "Putin come uno spacciatore, dipendenza dal suo gas". Kiev: Cina condanni barbarie russa

Roma, 19 marzo 2022 - Ventiquattro giorni dopo l'inizio della guerra in Ucraina, Mosca minaccia l'Italia di conseguenze irreversibili in caso di altre sanzioni, secondo quanto dichiarato da Alexei Paramonov, direttore del dipartimento europeo del ministero degli Esteri russo. Secca la replica della Farnesina che ha respinto "con fermezza le dichiarazioni minacciose di Paramonov", invitando il ministero degli Esteri russo ad "agire per la cessazione immediata dell'illegale e brutale aggressione nei confronti dell'Ucraina". E, nella notte, il presidente Zelensk ha chiesto a Putin "colloqui di pace, senza indugio". Ma l'omologo di Mosca ha respinto l'ipotesi: "Prima ancora di menzionare una riunione tra i due leader - afferma il capo negoziatore russo, Vladimir Medinsky -, le delegazioni di negoziatori devono preparare e concordare il testo di un trattato". Solo dopo, quindi, si potrà parlare di una possibilità di incontro tra i due presidenti.

Una casa sventrata dai missili a Kiev (Ansa)
Una casa sventrata dai missili a Kiev (Ansa)
Approfondisci:

"L’esercito russo non ha più tempo". La guerra si decide in dieci giorni

Nel frattempo, proseguono i combattimenti. Il ministero della Difesa russo ha annunciato la distruzione dei centri ucraini di radio e di intelligence della regione di Odessa e le forze armate ucraine hanno dichiarato di aver perso l'accesso al mare di Azov, come conseguenza dell'assedio russo a Mariupol. Kiev ha sostenuto anche di aver bloccato un tentativo russo di accerchiare la capitale e ha rivendicato l'uccisione del quinto generale russo dall'inizio dell'invasione. Nuovo allarme anti-aereo a Leopoli, mentre è stato introdotto un coprifuoco di 36 ore - in vigore alle 14 di oggi - a Zaporizhzhia, dove si trova la più grande centrale nucleare d'Europa. Il vice sindaco, Anatoliy Kurtiev, che sui social ha chiesto agli abitanti della città di restare a casa fino a lunedì: ''Non uscite per nessun motivo''.

Ucraina, perché il ministro Guerini è nel mirino di Putin. Rinfacciati anche aiuti Covid

Sommario:

Come proseguono i combattimenti

Bombardamenti e combattimenti imperversano in tutta l'Ucraina, soprattutto per l'ambita città di Mariupol. Le forze armate ucraine hanno annunciato di aver perso l'accesso al mare di Azov, spiegando che si tratta di una conseguenza dell'assedio russo di ieri. Il consigliere del ministro degli Affari interni Vadym Denisenko ha descritto la situazione come "catastrofica. Ci sono combattimenti in corso per Azovstal. Sulla base dei dati disponibili, possiamo dire che ha abbiamo perso questo colosso economico, uno dei più grandi impianti in Europa è andato distrutto". La presa di Mariupol rappresenterebbe una svolta importante nella guerra e consentirebbe alla Russia di garantire la continuità territoriale tra le sue forze provenienti dalla Crimea annessa (sud) e le truppe del Donbass (est).

Da parte di Mosca, oggi il ministero della Difesa russo ha annunciato di aver usato un missile balistico ipersonico Kinzhal per colpire "un grande deposito sotterraneo di missili delle forze ucraine nella regione di Ivano-Frankivsk", nell'Ovest del Paese. E ha anche sottolineato di aver distrutto i centri di sorveglianza radio dell'intelligence ucraina nella regione di Odessa

In serata i media ucraini riferiscono di bombardamenti su Kharkiv, con morti e feriti. Secondo l'Ukrainska Prava, che cita testimoni oculari, l'attacco avrebbe colpito alcuni edifici residenziali causando anche degli incendi. Secondo le informazioni del Centro medico di emergenza ci sarebbe anche un bambino tra le vittime. 

All'alba di questa mattina è stato invece fermato il tentativo delle forze armate russe di accerchiare Kiev, mantenendo il controllo delle due principali strade che portano alla capitale sulla riva destra e sinistra del fiume Dnipro: lo ha riferito Oleksandr Hruzevych, vice capo di stato maggiore dell'esercito ucraino. Sempre oggi un quinto generale russo è stato ucciso nella città di Chernobayevka in un attacco dell'artiglieria: è quanto sostiene il ministero della Difesa ucraino, precisando che si tratta del tenente Andrei Mordvichev. E nuovo allarme anti-aereo anche a Leopoli: dagli altoparlanti installati in tutta la città le autorità militari ucraine hanno invitato i cittadini a recarsi nei rifugi. 

A Taranto esercitazioni Nato. Portaerei Cavour con Usa e Francia

Johnson: Putin come uno spacciatore 

Il presidente russo sta trasferendo nuove truppe dall'est verso la Bielorussa. Le truppe vengono spostate da Vladivostok e Petropavlovsk-Kamchatsky per compensare le vittime in Ucraina, sostiene lo Stato maggiore. "Putin negli ultimi anni è stato come uno spacciatore di strada, alimentando una dipendenza nei paesi occidentali dai suoi idrocarburi", è stata la definizione data dal primo ministro britannico Boris Johnson. "Dobbiamo liberarci da quella dipendenza, dagli idrocarburi russi: è fondamentale se vogliamo resistere al bullismo di Putin, eviteremo di essere ricattati da lui", ha aggiunto.

Un'immagine dei bombardamenti a Mariupol (Ansa)
Un'immagine dei bombardamenti a Mariupol (Ansa)

I corridoi umanitari

La vicepremier ucraina, Iryna Vereshchuk, ha comunicato che oggi è stata concordata l'apertura di 10 corridoi umanitari. "Un convoglio di autobus è partito per trasportare i residenti di Mariupol da Berdyansk a Zaporizhzhia", ha annunciato Vereshchuk, citata dai media ucraini. Da Berdyansk partirà inoltre un convoglio con beni di prima necessità destinati ai residenti della città portuale assediata. Le città di partenza dei corridoi summenzionati riceveranno inoltre aiuti umanitari, ha assicurato Vereshchuk. Altri 14 camion di aiuti umanitari saranno inviati a Kherson. Intanto, Il numero di profughi che hanno lasciato l'Ucraina e hanno oltrepassato il confine con la Polonia ha superato i due milioni: lo rivela l'ambasciata italiana a Varsavia specificando che a ieri il numero esatto di persone entrate nel Paese è 2.041.391. 

Approfondisci:

Ucraina, giornalista sparita da sei giorni. "Prigioniera dei servizi russi"

I negoziati

I colloqui di pace tra l'Ucraina e la Russia ''potrebbero durare diverse settimane''. Lo ha dichiarato il capo negoziatore di Kiev e consigliere del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, Mykhailo Podolyak, affermando che le posizioni di Mosca sono diventate più ''adeguate''. Allo stesso tempo, però, i negoziati su questioni chiave come le garanzie per la sicurezza, il ritiro delle truppe russe e il cessate il fuoco ''potrebbero necessitare di più tempo''.

Ucraina, in fuga dalla guerra anche il gatto Stepan, star del web

Kiev: Cina condanni barbarie russa

Mosca mette in guardia l'Italia dall'assumere un atteggiamento ancora più duro sul piano delle sanzioni e minaccia "conseguenze irreversibili". E' quanto affermato da Alexei Paramonov, direttore del dipartimento europeo del ministero degli Esteri russo. Mosca, ha detto Paramonov senza però fornire dettagli, sta lavorando a una risposta alle sanzioni "illegittime" degli Stati Uniti e dell'Unione europea. Citando la dichiarazione del ministro dell'Economia francese Bruno Le Maire sui piani dell'Ue per lanciare una "guerra economica e finanziaria totale" contro la Russia, Paramonov ha affermato: ''Non vorremmo che la logica delle dichiarazioni del ministro trovasse seguaci in Italia e provocasse una serie di corrispondenti conseguenze irreversibili''.

Intanto, il consigliere della presidenza urcaina e uno dei partecipanti ai negoziati con la Russia, Mykhailo Podoliak, ha sollecitato "la Cina a essere una parte importante del sistema di sicurezza globale se prende la decisione giusta per sostenere la coalizione dei paesi civilizzati e condannare la barbarie russa".

L’ultima danza di Artem. Ucciso il principe dell’Opera

Il bilancio delle vittime

Sono 816 i civili uccisi e 1.333 quelli rimasti feriti in Ucraina dall'inizio dell'invasione russa lo scorso 24 febbraio. Si tratta di dati dell'ufficio per i diritti umani delle Nazioni Unite, che precisa che, dato che si tratta solo di dati verificati, il bilancio reale delle vittime è decisamente più alto. I funzionari ucraini parlano di migliaia di civili uccisi, tra cui 112 bambini.

Lo scrittore Lilin: "Il discorso di Putin allo stadio? Uno show pensato per l’Occidente"

L'appello di Zelensky: "Troppi morti"

Il presidente ucraino in un video messaggio postato nella notte ha chiesto di trovare il prima possibile un accordo per la pace. Poi fatto anche riferimento allo stadio Luzhniki di Mosca, gremito di persone, a cui si è rivolto il leader del Cremlino per l'ottavo anniversario dell'annessione della Crimea da parte della Russia. "C'è stata una grande manifestazione e voglio soffermarmi su un dettaglio - ha detto il leader di Kiev -: l'evento ha attirato 200mila persone: 100mila per le strade e quasi 95mila nello stadio. Circa lo stesso numero di truppe russe è stato coinvolto nell'invasione dell'Ucraina". "Immaginiamo solo che ci sono 14mila corpi e altre decine di migliaia di feriti e mutilati in quello stadio di Mosca - ha concluso -. Ci sono già così tante vittime russe in questa invasione. Questo è il prezzo della guerra in poco più di tre settimane. La guerra deve finire".

Spazio, astronauti russi accolti con abbracci sulla Stazione internazionale

 

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?