Inflazione al 5,7% nel 2023 secondo Istat

L'indice nazionale dei prezzi al consumo in Italia aumenta dello 0,2% su base mensile e dello 0,6% su base annua nel dicembre 2023, confermando la stima preliminare. Nel complesso, i prezzi al consumo registrano una crescita del 5,7% nel 2023, con un rallentamento rispetto all'anno precedente. Il calo dei prezzi dei beni energetici regolamentati è la principale causa di questo rallentamento.

Istat, nel 2023 inflazione al 5,7%

Istat, nel 2023 inflazione al 5,7%

Nel mese di dicembre 2023, secondo l'Istat, si prevede che l'indice nazionale dei prezzi al consumo per l'intera collettività (NIC), al netto dei tabacchi, aumenti dello 0,2% su base mensile e dello 0,6% su base annua. Questo dato conferma la stima preliminare e rappresenta un calo rispetto al +0,7% registrato il mese precedente. Nel corso del 2023, in media, i prezzi al consumo hanno registrato una crescita del 5,7%, rispetto all'8,1% dell'anno precedente. Escludendo gli energetici e gli alimentari freschi, noti come "inflazione di fondo", i prezzi al consumo sono aumentati del 5,1% (+3,8% nell'anno precedente). Escludendo solo gli energetici, l'aumento è stato del 5,3% (+4,1% nel 2022), come spiegato dall'Istituto. L'Istat sottolinea che il rallentamento dell'inflazione su base annua è principalmente attribuibile ai prezzi dei Beni energetici regolamentati, i quali hanno accentuato la loro flessione passando dal -34,9% al -41,6%.
è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro