Operatore di Borsa (Ansa)
Operatore di Borsa (Ansa)

Milano, 19 marzo 2019 - Seduta positiva per Borsa Italiana. Milano apre cauta (+0,19% a 21.275 punti), ma nel pomeriggio l'indice Ftse Mib di Piazza Affari accelera, per poi chiudere a +0,92% a quota 21.430 punti. Sulla scia di Wall Street (Dow Jones +0,51%) e in attesa dell'esito della riunione della Federal Reserve, chiudono sostenute anche le altre Borse europee: Londra +0,45%, Parigi +0,29%, Francoforte +1,08%. Spread tra Btp e bund tedeschi stabile a 237 punti, col rendimento del decennale italiano al 2,46%. Ieri il differenziale aveva raggiunto i 234 punti base, ai minimi da fine settembre scorso. 

A Piazza Affari scatta Fca (+5,3%) sulle attese per una possibile fusione con Psa. Bene anche Exor in progresso del 3,61%. Ben comprata Atlantia (+2,82%) e Leonardo (+2,01%). In rialzo i titoli energetici, recupera terreno St (+1,09%) dopo la debolezza della vigilia. Comparto bancario contrastato con Unicredit e Intesa Sanpaolo che guadagnano rispettivamente +1,21% e +0,20%, mentre calano Banco Bpm (-0,63%) e Ubi (-0,39%). 

WALL STREET - Wall Street apre positiva, in vista della riunione della Fed. A pochi minuti dal via delle contrattazioni il Dow Jones sale dello 0,51% a 25.046 punti, lo S&P500 guadagna lo 0,36% a 2.846 punti e il Nasdaq avanza dello 0,34% a 7.740 punti.

BORSE ASIATICHE - Chiusura contrastata per le piazze asiatiche con Hong Kong che sale leggermente mentre Shanghai arretra dopo i recenti forti aumenti, in un mercato comunque cauto prima della riunione della Federal Reserve (Fed). Al termine degli scambi alla Borsa di Hong Kong, l'indice Hang Seng ha terminato in progresso dello 0,19% a 29.466,28 punti. Nella Cina continentale l'indice composito di Shanghai ha ceduto lo 0,18% fermandosi a 3.090,98 punti e l'indice di Shenzhen ha guadagnato lo 0,18% a 1.688,76 punti.