5 gen 2022

Super Green pass al lavoro: oggi si decide. Il piano B: obbligo vaccinale per età

Sì dalle Regioni a Draghi. Ma se cade l’estensione, si applicherà ad alcune categorie produttive o agli over 60

giovanni rossi
Cronaca

L’estensione del Green pass rinforzato ad altre fasce di lavoratori o a scaglioni anagrafici di cittadini – o a tutti i lavoratori nell’ipotesi più strutturata – è il provvedimento più atteso del Consiglio dei ministri. Un caso sanitario, tecnico e politico che Mario Draghi vorrebbe dirimere senza ulteriore rinvii per ragioni di contrasto alla pandemia e di qualità dell’azione di governo. Al tempo stesso l’incandescenza politica della materia, la problematicità di molti aspetti giuridici (come sanzioni e sostituzioni sui luoghi di lavoro), nonché l’analisi di impatto della nuova misura su filiere essenziali che tra un mese potrebbero già essere in difficoltà per contagi e quarantene, suggeriscono massima cautela. La mediazione potrebbe essere l’immunizzazione obbligata solo per le fasce di popolazione più vulnerabili o per le categorie di lavoratori considerate maggiormente a rischio, come già avvenuto per il personale di sanità, scuola e forze dell’ordine. Il tutto con un calendario graduale che non intasi i centri vaccinali e limiti al massimo il ricorso a multe e sanzioni. Cdm 5 gennaio, cosa succede oggi. A che ora la cabina di regia e le ipotesi sul tavolo Quarantena con terza dose: cosa fare se positivi o in caso di contatto stretto L’assist più gradito al premier arriva dalle Regioni. Alcuni presidenti, su tutti l’emiliano Stefano Bonaccini, premono sull’obbligo del super Green pass o a tutti i lavoratori. In aggiunta o in alternativa, le Regioni propongono un obbligo di vaccinazione per la sola popolazione over 60 nella quale si annida tuttora la platea più fragile e meno vaccinata: mancano all’appello degli hib 1,2 milioni di persone. "Visto che le abbiamo provate tutte, non resta che l’obbligo per tutti i lavoratori e i soggetti più fragili che ancora non hanno fatto il vaccino per scelta", ammette Giovanni Toti (Liguria). Covid, il bollettino del 5 gennaio: ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?