Il flash mob organizzato da Legambiente a Milano (foto Ansa)
Il flash mob organizzato da Legambiente a Milano (foto Ansa)

Roma, 17 gennaio 2020 - Sempre più pesante l'aria nella Pianura padana. L'unica speranza arriva dalle previsioni meteo: cederà infatti l'alta pressione nel weekend, lasciando spazio a una perturbazione che potrebbe ripulire le città dalle polveri sottili. Mentre continuano i blocchi auto a Torino e Milano, Roma interrompe invece le limitazioni al traffico. 

Roma: domani nessun blocco

Blocco traffico Roma 19 gennaio, orari della domenica ecologica

Domani 18 gennaio nessun blocco auto a Roma: lo annuncia il Campidoglio in base alle ultime previsioni fornite da Arpa Lazio sulla qualità dell'aria nella capitale che dopo i picchi di polveri di ieri indicano un progressivo miglioramento nelle prossime 72 ore. Considerata anche la Domenica Ecologica del 19 gennaio - che prevede la limitazione della circolazione a tutti i veicoli a motore all'interno della ZTL 'Fascia Verde' dalle 7.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 20.30 - per la giornata di domani, il Comune non ritiene necessaria l'adozione di alcun provvedimento. 

Blocco auto Bologna, stop ai diesel Euro 4

Torino

Primo giorno di 'semaforo viola' per lo smog a Torino. Da oggi, e almeno fino a lunedì il blocco del traffico è esteso a tutti i veicoli Euro 5 diesel e i divieti di circolazione sono portati a 13 ore al giorno, dalle 7 alle 20. Le nuove limitazioni, annunciate ieri, sono scattate oggi dopo 20 giorni consecutivi oltre i limiti ammessi di micropolveri, 50 microgrammi al metro cubo. "Siamo in emergenza - commenta Giorgio Primo, presidente regionale di Legambiente - la stessa emergenza, da quarant'anni, ed è inaccettabile che la politica si sia fatta cogliere ancora una volta impreparata. È giunto il momento di pensare seriamente a misure strutturali". Il dossier 'Green New Deal Italiano' di Legambiente individua 7 "opere incomplete ma strategiche sul territorio piemontese, alcune delle quali essenziali per la lotta all'inquinamento atmosferico. Innanzitutto il completamento della Metropolitana torinese, a 14 anni dall'inaugurazione della prima tratta; l'ultimazione e la messa in funzione delle stazioni ferroviarie sotterranee di Dora e Zapata che darebbero nuovo respiro e nuove possibilità al Servizio Ferroviario Metropolitano di Torino. Infine - chiede l'associazione ambientalista - la riapertura delle 14 linee ferroviarie soppresse a seguito dei tagli regionali del 2011-12: 480 km di linee in un bacino che conta quasi un decimo della popolazione regionale".

Milano

Continuano a mantenersi alti i valori del Pm10 nell'aria anche a Milano e nell'hinterland.

Smog: blocco auto a Milano, Lodi, Pavia, Monza e Cremona

Secondo il consueto bollettino di Arpa Lombardia, la centralina di Milano Senato nella giornata di giovedì 16 gennaio ha rilevato 103 microgrammi per metro cubo di Pm10, oltre il doppio del limite fissato a 50. Le centraline di Marche, Pascal e Verziere invece si sono fermate rispettivamente a 95, 84 e 84. Particolato alle stelle anche nell'hinterland con la centralina di Pioltello che ha registrato 104 microgrammi al metro cubo, quella di Meda 113 e quella di Monza Parco 109, quella di Merate 103 e quella di Magenta 106.

Smog, flash mob ambientalisti: "Comune obblighi i negozi a chiudere le porte"

false