Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
16 mag 2022
16 mag 2022

Liliana Resinovich Trieste, ultime notizie. L'amico: spero l'inchiesta non sia archiviata

Claudio Sterpin: "Troppi misteri. Suicidio? Mai nessun accenno". Il marito Sebastiano Visintin: "Mi aspetto le risposte. Io e Lilly, due lupi solitari"

16 mag 2022

Trieste, 16 maggio 2022 - Liliana Resinovich, il giallo di Trieste ha superato i cinque mesi senza una soluzione. Inchiesta sempre ferma alla solita domanda, omicidio o suicidio?

La convinzione dell'amico

Ma Liliana aveva mai parlato di suicidio con Claudio Sterpin, l'82enne che aveva conosciuto da ragazza e che aveva ripreso a frequentare da qualche mese? "Ma no, che senso avrebbe avuto - smentisce l'uomo -. Come si fa a pensare una cosa del genere quando si sta mettendo in piedi una vita in comune? No, nessun accenno mai, neanche di sfuggita". 

Approfondisci:

Liliana Resinovich, quell'ultimo messaggio. "Ma è mai uscita di casa?"

Scompenso cardiaco acuto

Sterpin era stato sottoposto al test del Dna con il marito di Liliana, Sebastiano Visintin, e il vicino di casa, Salvatore Nasti. Ma quell'esame ha scagionato tutti e tre. Con il passare delle settimane l'uomo sembra sempre più convinto dall'ipotesi avanzata da Fulvio Covalero, un altro amico della 63enne pensionata.  Chiarisce al telefono: "Penso che quella mattina del 14 dicembre Liliana sia stata caricata in auto da qualcuno. In quella macchina per un motivo o per l’altro può aver avuto un collasso. Poi il corpo è stato tenuto nascosto da qualche parte per un paio di settimane. Infine la messinscena".

Liliana Resinovich, un giallo ancora senza soluzione
Liliana Resinovich, un giallo ancora senza soluzione

Il giallo nel giallo: corpo trovato dopo 22 giorni


"Mi devono spiegare non solo il suicidio in sé ma come mai il corpo è stato trovato dopo 22 giorni - insiste Sterpin -. E Lilly non può essere rimasta là, in quel boschetto dell'ex ospedale psichiatrico per tante notti, perché il corpo sarebbe stato molto più rovinato rispetto a quello che invece era".  Il cadavere è stato scoperto il 5 gennaio. 

"Una messinscena"

Secondo Sterpin, "tutto sapeva di messinscena. Sacchi, cordino, ogni cosa distribuita ad arte per sviare gli investigatori. E sono abbastanza convinto che il tempo mi darà ragione. Voglio vivere fino a quel momento. So bene di non avere le prove di quel che dico ma di questo non m’importa nulla". 

Il marito Sebastiano Visintin

Sebastiano Visintin, marito di Liliana Resinovich, è stato fin dall'inizio sotto i riflettori, a cominciare da quelli delle tv. Tante dichiarazioni, poche certezze. Oggi ripete al telefono: "Come tutti, aspetto che la procura ci comunichi i risultati. Sì, c'è il sentore che l'inchiesta possa essere archiviata. Ma ancora non si capisce. Io sono tranquillo, sereno". Eppure in questi mesi ha rotto delle amicizie... "No, sono stati gli altri a rompere con me - corregge -. Io mi sono trovato spiazzato e incredulo. Io e Lilly eravamo lupi solitari, facevamo tanti viaggi insieme. Se non fosse stata felice, me l'avrebbe detto. Non so cosa sia scattato alle 8.22 di quella mattina del 14 dicembre. Spero di avere le risposte".
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?