Tv, televisione
Tv, televisione
Un bonus da 100 euro per rottamare il vecchio televisore e acquistarne uno in grado di ricevere il nuovo segnale digitale nel formato 'Dvbt2-Hevc main 10'. Un cambiamento previsto per adeguare le frequenze dopo il via alla rete 5G. Nei giorni scorsi il ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti ha firmato il decreto attuativo per l’incentivo previsto dal decreto Sostegni. Ma rispetto alla prima scadenza – il 15 ottobre – salvo rinvii si partirà a novembre in Sardegna, poi a gennaio 2022 in Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia (tranne Mantova), Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia- Romagna (tranne Piacenza); mentre a marzo 2022 sarà la volta di Sicilia, Calabria, Puglia, Basilicata, Abruzzo, Molise, Marche e a maggio 2022 toccherà a Liguria, Toscana, Umbria, Lazio e Campania. Lo switch-off si concluderà...

Un bonus da 100 euro per rottamare il vecchio televisore e acquistarne uno in grado di ricevere il nuovo segnale digitale nel formato 'Dvbt2-Hevc main 10'. Un cambiamento previsto per adeguare le frequenze dopo il via alla rete 5G. Nei giorni scorsi il ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti ha firmato il decreto attuativo per l’incentivo previsto dal decreto Sostegni. Ma rispetto alla prima scadenza – il 15 ottobre – salvo rinvii si partirà a novembre in Sardegna, poi a gennaio 2022 in Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia (tranne Mantova), Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia- Romagna (tranne Piacenza); mentre a marzo 2022 sarà la volta di Sicilia, Calabria, Puglia, Basilicata, Abruzzo, Molise, Marche e a maggio 2022 toccherà a Liguria, Toscana, Umbria, Lazio e Campania. Lo switch-off si concluderà quindi il 30 giugno 2022.

Dal vecchio bonus tv...

Di fronte alla necessità in molti casi di acquistare o un nuovo televisore o comunque un decoder, il governo aveva già previsto dall’anno scorso (e fino a tutto il 2022) un bonus tv fino a 50 euro per l’acquisto di un televisore o un decoder. Per richiedere il bonus (uno per famiglia) basta autocertificare al rivenditore (sia in caso di acquisto nei negozi o nei centri commerciali e dell’elettronica sia sul web) di rientrare nella fascia Isee fino a 20mila euro. Per l’autocertificazione si può scaricare il modulo disponibile sul sito del Mise all’indirizzo https:bonustv-decoder.mise.gov.it dove è disponibile anche l’elenco degli apparecchi che possono usufruire dello sconto che viene applicato direttamente dal rivenditore.

... al nuovo bonus tv

Il decreto Sostegni bis ha previsto però un nuovo bonus, pari al doppio di quello precedente per acquistare, con la rottamazione di quello vecchio, un nuovo televisore in vista del varo dei nuovi standard di trasmissione televisiva. Si tratta di un incentivo, dunque, aperto a tutti. Il 1° luglio 2022 si spegnerà infatti il digitale tv ora in uso (il sistema Dvb-T) per passare a quello di seconda generazione (il Dvb-T2). Senza televisori adeguati, o senza un decoder ad hoc, gli schermi resteranno bui. Sono considerate obsoleti – e dunque rottamabili – gli apparecchi acquistati prima del 22 dicembre 2018. I modelli venduti fra il 2013 e il 2017 potrebbero essere già in grado di ricevere il Dbvt2 ma ben pochi, al massimo dal 2016 in avanti – avvertono ad Altroconsumo – supportano il formato Hevc. Comunque si può fare il test: se digitando i canali 100 e 200 compare la scritta 'Test HEVC Main10' significa che il televisore riceverà il nuovo segnale, in caso contrario, se anche dopo aver risintonizzato l’apparecchio, compare uno schermo nero o i canali non vengono sintonizzati, allora non resta che cambiare televisore o acquistare un decoder digitale (i prodotti base costano da 20 a 50 euro) per il segnale Dvbt2.

Lo sconto

Arriva fino a un massimo di 100 euro e si traduce in uno sconto del 20% sul prezzo finale di acquisto del nuovo televisore, comprensivo di Iva. Non ci sono limiti di Isee per ottenerlo ma spetta un solo bonus per ogni codice fiscale di persone in possesso dei requisiti. Inoltre il nuovo bonus tv, in base al decreto, è cumulabile con quello vecchio, ma l’importo è ridotto a 30 euro o al minore valore pari al prezzo di vendita se inferiore.

I requisiti

Per ottenere il bonus è necessario essere residenti in Italia, in regola con il pagamento del canone Rai e rottamare un televisore acquistato prima del 22-12-2018. La rottamazione può essere fatta dove si acquista il nuovo televisore, consegnando il vecchio al rivenditore e ottenendo il bonus fino al 20% del costo comprensivo di Iva. Sarà il rivenditore a smaltire il vecchio apparecchio e a riscattare tramite compensazione il credito fiscale pari allo sconto effettuato al cliente sulla piattaforma che dovrebbe partire nelle prossime settimane. Oppure si può smaltire da soli il vecchio apparecchio in una discarica autorizzata. Un modulo certificherà l’avvenuta rottamazione per ottenere sempre lo sconto dal rivenditore. Il bonus è disponibile fino al 31 dicembre 2022, a patto che il fondo dedicato (250 milioni) non si esaurisca prima.