Da oggi il Green pass diventa obbligatorio per sedere ai tavoli delle sale al chiuso di ristoranti e bar (dove sarà invece ancora possibile consumare al bancone). L’articolo 9 bis al decreto di luglio prevede la certificazione verde anche per spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportive; cinema, musei e altri istituti e luoghi di cultura; piscine, palestre, centri benessere al chiuso; sagre, fiere, convegni e congressi; centri termali, parchi tematici e di divertimento; centri culturali, sociali e ricreativi limitatamente alle attività al chiuso e con esclusione dei centri educativi per l’infanzia, compresi i centri estivi e le relative attività di ristorazione; sale gioco, scommesse, bingo e casinò; concorsi pubblici. Vaccini, reddito di cittadinanza, scuola e lavoro: ecco cosa ha detto Draghi...

Da oggi il Green pass diventa obbligatorio per sedere ai tavoli delle sale al chiuso di ristoranti e bar (dove sarà invece ancora possibile consumare al bancone). L’articolo 9 bis al decreto di luglio prevede la certificazione verde anche per spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportive; cinema, musei e altri istituti e luoghi di cultura; piscine, palestre, centri benessere al chiuso; sagre, fiere, convegni e congressi; centri termali, parchi tematici e di divertimento; centri culturali, sociali e ricreativi limitatamente alle attività al chiuso e con esclusione dei centri educativi per l’infanzia, compresi i centri estivi e le relative attività di ristorazione; sale gioco, scommesse, bingo e casinò; concorsi pubblici.

Vaccini, reddito di cittadinanza, scuola e lavoro: ecco cosa ha detto Draghi

Ristoranti negli albergi: le nuove Faq del governo

La Cabina di regia ha confermato che le persone alloggiate nelle strutture ricettive possono consumare i propri pasti al chiuso presso i ristoranti delle strutture stesse anche se non sono in possesso della certificazione verde. Il Green pass sarà rilasciato anche per gli italiani vaccinati all’estero, se hanno avuto i sieri autorizzati in Italia. Il lasciapassare viene rilasciato dopo la prima dose di vaccino – passati 15 giorni dalla somministrazione – o a conclusione del ciclo vaccinale (valido 9 mesi), con il certificato di guarigione o (valido 6 mesi), con l’esito negativo di un tampone effettuato nelle 48 ore precedenti. L’obbligo di avere il Green pass non si applica a tutti coloro che hanno meno di 12 anni.

image

Covid: indice Rt Italia a 1.56, incidenza a 68

Contagi Covid del 6 agosto 2021

La guida

Il lasciapassare

Il lasciapassare è rilasciato dopo la prima dose del siero, trascorsi quindici giorni; al termine del ciclo vaccinale; a chi è guarito dal Covid-19 oppure con l’esito negativo di un tampone effettuato nelle 48 ore precedenti. Lo si scarica con le app Immuni o IO, ma anche dal medico di base o in farmacia.

Come ottenere il Green pass: la guida

Validità

Per chi è immunizzato il certificato verde vale nove mesi, mentre l’efficacia scende a sei in caso di guarigione dal Covid. Può essere utilizzato solo per 48 ore, invece, se si effettua il tampone.

Locali

Da oggi il Green Pass servirà per le consumazioni al tavolo in bar e ristoranti (al chiuso), ma non sarà necessario esibirlo qualora si rimanga al bancone. Tocca ai gestori o ai titolari dell’esercizio commerciale verificare che l’accesso per gli over 12 avvenga nel rispetto delle prescrizioni. 

Sanzioni

Per chi viola le regole o non effettua i controlli è prevista una multa da 400 a mille euro. Per gli esercenti, qualora le trasgressioni si ripetano in tre giorni diversi, c’è il rischio chiusura da 1 a 10 giorni.

Alberghi

La cabina di regia, svoltasi nella giornata di ieri, ha confermato l’esenzione dei clienti degli alberghi e delle altre strutture ricettive. Escluso anche che gli ospiti debbano avere un pass per accedere in bar e ristoranti interni. Lo dovranno avere solo i dipendenti delle strutture.

Musei

Il decreto sull’estensione del Green pass interessa, oltre a fiere e parchi tematici, anche musei e pinacoteche. In questi centri di cultura da oggi sono previsti controlli agli ingressi. In caso di prenotazione, in molti siti niente rimborso, se ci si presenta sprovvisti del certificato verde.

Sport

Oltre all’obbligo di accesso da oggi con il certificato verde, per le competizioni di natura sportiva la capienza all’aperto sale al massimo al 50% con sistema a scacchiera.

Cinema

Arriva l’obbligo del Pass anche per cinema e teatri, ma al contempo sale il numero di spettatori che possono godersi lo spettacolo in programma. In zona bianca il tetto viene fissato a 5mila utenti per le rappresentazioni all’aperto. Si scende a 2.500 in caso di locali al chiuso.

Chiese

Il decreto sul Green pass non si applica alle chiese. In pratica sarà possibile entrare in una basilica per pregare senza dover esibire alcun documento. Via libera anche negli oratori per bimbi e genitori.

image