Roma, 9 maggio 2021 - Il green pass (qui come funziona e come ottenerlo) ormai sta entrando sempre più nella nostra vita: si tratta della certificazione verde che ci serve dallo scorso 26 aprile per spostarci liberamente anche tra le regioni di diverso colore (per esempio da una regione arancione ad una rossa. Gli spostamenti tra regioni gialle sono invece liberi). La certificazione verde servirà anche dal 15 maggio per poter entrare in Italia senza doversi sottoporre alla mini quarantena di 15 giorni. E servirà anche per poter andare a trovare i nostri anziani nelle Rsa.

Una delle domande più importanti riguarda la durata della sua validità: per quanto tempo la nostra certificazione verde avrà validità? Vediamo cosa dicono al riguardo le Faq del governo.

Ecco le regioni che rischiano la zona arancione il 14 maggio

Green pass, i dubbi

Indice Rt regione per regione: i nuovi dati

Le tre condizioni previste

Il green pass accerta l'esistenza di una di queste tre condizioni: aver completato la vaccinazione; essere guariti dal Covid, con cessazione dell'isolamento; aver effettuato un test antigenico rapido o molecolare con esito negativo.

Coprifuoco: cosa cambia dal 17 maggio

Vaccinazione

Una delle tre condizioni riguarda la vaccinazione (con le due dosi o l'unica di Johnson e Johnson). In questo caso "la certificazione di avvenuta vaccinazione ha una validità di sei mesi dal completamento del ciclo vaccinale ed è rilasciata, su richiesta dell'interessato, in formato cartaceo o digitale, dalla struttura sanitaria o dal sanitario che effettua la vaccinazione, al momento stesso dell'effettuazione dell'ultima dose prevista". Va ricordato che in ogni caso la certificazione viene caricata automaticamente nel nostro fascicolo sanitario elettronico

Nel caso in cui siamo stati vaccinati prima dell'entrata in vigore dell'ultimo decreto, potremo "richiedere la certificazione verde alla struttura che ha erogato il trattamento sanitario o alla Regione o alla Provincia autonoma in cui ha sede la struttura stessa".

AstraZeneca, l'Ue non ha rinnovato il contratto

Guarigione

Il green pass in caso di guarigione dal Covid "ha una validità di sei mesi dalla guarigione stessa ed è rilasciata, su richiesta dell'interessato, in formato cartaceo o digitale, dalla struttura presso la quale è avvenuto il ricovero o, per i pazienti non ricoverati, dai medici di medicina generale e dai pediatri di libera scelta, ed è resa disponibile anche nel fascicolo sanitario elettronico dell'interessato".

E' importante sottolineare che "la certificazione cessa di avere validità se, nell’arco dei sei mesi previsti, l'interessato viene nuovamente identificato come positivo".

Nell'ipotesi di guarigione avvenuta prima del decreto, "le certificazioni di guarigione rilasciate precedentemente alla data di entrata in vigore del decreto-sono valide per sei mesi a decorrere dalla data indicata nella certificazione".

Tampone negativo

Infine l'ultima condizione prevista, il test con esito negativo. La Faq del governo specifica che "la certificazione verde per tampone negativo ha una validità di 48 ore dall'esecuzione del test ed è prodotta, su richiesta dell'interessato, in formato cartaceo o digitale, dalle strutture sanitarie pubbliche, da quelle private autorizzate o accreditate e dalle farmacie che svolgono i test previsti o dai medici di medicina generale o pediatri di libera scelta".

I certificati di altri Stati

E' utile anche sapere che validità ha anche la certificazione di vaccinazione prodotta in uno Stato europeo. Le Faq del governo spiegano: "Le certificazioni verdi  rilasciate in conformità al diritto vigente negli Stati membri dell'Unione europea e quelle rilasciate in uno Stato terzo a seguito di una vaccinazione riconosciuta nell'Unione europea e validate da uno Stato membro dell'Ue sono riconosciute come equivalenti a quelle nazionali e valide se conformi ai criteri definiti con circolare del Ministero della salute".

image

Green pass europeo

Anche l'Europa si sta attrezzando per un green pass europeo che faciliterà gli spostamenti tra gli Stati inn estate. Ne ha parlato oggi il commissario europeo al mercato interno, Thierry Breton: "Sono fiducioso che il green pass europeo sarà pienamente operativo entro la fine di giugno".