Il ministro Roberto Speranza (Ansa)
Il ministro Roberto Speranza (Ansa)

Roma, 2 luglio 2021 - Leggero calo dell'indice Rt in Italia, sceso allo 0,63 contro lo 0,69 della scorsa settimana. E scende anche l'incidenza dei casi Covid, che passa a 9 casi ogni 100mila abitanti rispetto agli 11 di sette giorni fa. Queste le indicazioni che emergono dalle valutazioni della Cabina di Regia per il monitoraggio settimanale dell'epidemia e che, per la prima volta da ottobre dell'anno scorso, non determineranno cambi di colore per le regioni. Come sottolinea il ministro Roberto Speranza: "Oggi è il primo venerdì dall'autunno scorso in cui io non sarò chiamato a firmare ordinanze. L'Italia è tutta in zona bianca, non ci sono modifiche".

Il bollettino Coronavirus del 2 luglio

Green Pass: la guida con le informazioni essenziali

Tutte le regioni a rischio basso

Nella bozza dell'Iss-Ministero della Salute si legge che tutte le Regioni e le Province autonome sono a rischio basso e nessuna supera la soglia critica di occupazione dei posti letto in terapia intensiva o area medica. Il tasso di occupazione in terapia intensiva è 3% (la soglia critica è il 30%) con una diminuzione nel numero di persone ricoverate che passa da 362 (22/06/2021) a 240 (29/06/2021). Il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale scende ulteriormente e si attesta al 3% (soglia critica 40%). Il numero di persone ricoverate in queste aree passa da 2.289 (22/06/2021) a 1.676 (29/06/2021). 

Variante Delta: in Gran Bretagna +46% di contagi in una settimana

Crescono i casi di varianti Delta e Kappa

Nella bozza viene però evidenziato che, sebbene in assoluto i nuovi casi siano in diminuzione, la proporzione di casi di infezione da virus SARS-CoV-2 causati da varianti Delta e Kappa (la seconda faceva parte della famiglia della variate Delta ed è ora distinta) è in aumento in Italia. La maggior parte di questi casi è attribuibili a focolai circoscritti in varie parti della penisola. I tecnici nel documento chiedono, visto l'aumento dei casi anche in Paesi con alta copertura vaccinale, un capillare tracciamento e sequenziamento dei casi e un'elevata copertura vaccinale con il completamento dei cicli.