Roma, 24 febbraio 2021 - Aumentano ancora i contagi di Coronavirus in Italia, ma calano i morti. Il bollettino odierno del ministero della Salute segna sempre un trend in crescita. Motivo per cui alcune Regioni hanno deciso di isitituire zone 'arancione rafforzato' per diversi territori come la provincia di Brescia (dove oggi si registrano ben 901 casi) e 14 Comuni tra l'Imolese e il Ravennate in Emilia Romagna. Il ministro Roberto Speranza, riferendo in Senato sulle nuove misure per il contenimento del Covid, ha annunciato un nuovo Dpcm per il 6 marzo che avrà durata fino al 6 di aprile. Intanto l'Alto Adige ha deciso di prorogare il lockdown duro fino al 14 marzo. "Le misure adottate hanno esplicato degli effetti - ha detto il governatore Arno Kompatscher -. Nonostante l'aumento dei test, il numero assoluto dei positivi sta calando, ma ancora lentamente". In Lombardia, invece, è stata prorogata fino al 3 marzo la fascia rossa per i comuni di Bollate (Mi), Viggiù (Va) e Mede (Pv). 

I vaccinati in Italia: dati in tempo reale

Il ministro dell'Istruzione, Patrizio Bianchi, ha ribadito ai sindacati che la priorità è "vaccinare il personale il prima possibile: bisogna andare a scuola sentendosi in sicurezza". Astrazeneca, dal canto suo, conferma che "sta lavorando per aumentare la produttività nella sua catena Ue" e "userà anche la sua capacità globale per raggiungere la consegna di 180 milioni di dosi all'Ue nel secondo trimestre". Ma il primo ministro ungherese Viktor Orban ha annunciato che nel suo Paese da oggi "cominciamo a fare iniezioni usando i vaccini cinesi". Le Regioni italiane procedono in ordine sparso: il Friuli Vezia Giulia avvia la campagna di immunizzazione del personale scolastico, il Lazio si concentra su over 80 e persone vulnerabili come i dializzati e i trapiantati. Infine la Federazione nazionale dei medici (Fnomceo) segnala la morte di altri 4 camici bianchi, che fa salire il totale dei decessi a 332 da inizio pandemia.

Il bollettino Covid del 24 febbraio

Sono 16.424 i nuovi casi di Covid rilevati oggi in Italia (ieri erano 13.314, qui il bollettino completo del 23 febbraio). I tamponi sono stati 340.247 (37mila in più di ieri). Il tasso di positività sale quindi al 4,8% (+0,4%). In calo invece i decessi: 318 (ieri 356), per un totale di 96.666 vittime da inizio epidemia.  Ancora in salita le terapie intensive, 11 in più (ieri +28), con 178 ingressi del giorno, e sono 2.157 in tutto. Tornano a calare invece i ricoveri ordinari, 78 in meno (ieri +140), 19.217 in totale. Complessivamente il numero dei contagi sale a 2.848.564. In aumento i guariti, 14.599 (ieri 12.898), 2.362.465 in tutto. Per il secondo giorno di fila sale il numero degli attualmente positivi, in modo più sostanziale: +1.485 (ieri +45), per un totale di 389.433 malati attivi. Di questi, 369.069 pazienti sono in isolamento domiciliare, 1.562 più di ieri. La regione con più casi, da giorni in forte crescita, è la Lombardia (+3.310), seguita da Campania (+2.185), Piemonte (+1.453), Emilia Romagna (+1.427) e Lazio (+1.188). 

Fda: "Vaccino monodose Johnson&Johnson efficace contro casi gravi"

Lombardia

La Lombardia resta la regione che registra più contagi di Coronavirus in Italia: 3.310 a fronte di 50.268 tamponi effettuati. Il tasso di positività è in calo al 6,5% (ieri 7%). Preoccupa il boom nella provincia di Brescia, che oggi registra 901 casi (ieri erano 506). In aumento i casi anche nel Milanese, 773 (di cui 333 a Milano città) contro i 532 di ieri. Calano i ricoveri in terapia intensiva (-2, 406 in totale) mentre aumentano negli altri reparti (+29, 3.946). I decessi sono 38 per un totale di 28.184 morti in regione dall'inizio della pandemia. 

Campania

Sono 2.185 i nuovi casi di Coronavirus emersi nelle ultime 24 ore in Campania, 303 dei quali identificati da test antigenici rapidi. Dei nuovi positivi 119 sono risultati sintomatici. I tamponi processati sono 21.366, di cui 3.568 antigenici. La percentuale di tamponi positivi sul totale dei tamponi analizzati è pari al 10,22%. Le vittime del nuovo bollettino regionale sono 40 (17 delle quali avvenute nelle ultime 48 ore e 23 avvenuti in precedenza ma registrati ieri). Il totale dei decessi sale così a 4.219. Sono 848 i nuovi guariti: il totale dei guariti in Campania è 181.890. I casi totali registrati in regione dall'inizio dell'emergenza sono 257.939 (di cui 4.794 antigenici), i tamponi complessivamente processati sono 2.842.283 (di cui 90.890 antigenici). Per quanto riguarda il report dei posti letto su base regionale, quelli di terapia intensiva occupati sono 130 sui 656 disponibili. I posti letto di degenza disponibili sono 3.160 (tra Covid ed offerta privata), quelli occupati 1.319. 

Piemonte

Nelle ultime 24 ore in Piemonte sono stati registrati 1.453 i nuovi positivi (di cui 197 dopo test antigenico), pari al 6.8% dei 21.363 tamponi eseguiti, di cui 11.176 antigenici. Dei 1453 nuovi casi, gli asintomatici sono 498 (34,3% ). I decessi di persone positive sono 17. Il totale dei casi positivi diventa quindi 246.092. I ricoverati in terapia intensiva sono 152 (+7 rispetto a ieri). I ricoverati non in terapia intensiva sono 1.911 (-8 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 11.541. I tamponi diagnostici finora processati sono 2.915.346 (+21.363 rispetto a ieri), di cui 1.135.203 risultati negativi.

Torino calcio, un altro positivo. L'Asl: "Possibile rinvio della gara con il Sassuolo"

Emilia Romagna

Sono 1.427 i nuovi casi di positività individuati nelle ultime 24 ore in Emilia-Romagna, sulla base di 42.169 tamponi, fra molecolari e antigenici. I morti sono 33.(il totale da inizio epidemia è 10.426). Dei nuovi contagiati quelli individuati con l'attività di screening e contact tracing sono 648. Crescono i contagi in provincia di Ravenna (240), restano alti anche Bologna (227) e Rimini (222). I casi attivi salgono a 36.771 (+63 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, sono il 93,9%. Aumentano i ricoverati in terapia intensiva che raggiungono quota 201 (cinque in più di ieri) mentre calano di 16 unità quelli negli altri reparti Covid, che sono 2.025. Rispetto a quanto comunicato nei giorni scorsi, sono stati eliminati 17 casi, positivi a test antigenico ma non confermati dal tampone molecolare. 

Lazio

In Lazio sono 1.188 i nuovi positivi a fronte di oltre 36mila test, di cui oltre 15 mila tamponi (+4.771) e oltre 21mila antigenici. "Il rapporto tra positivi e tamponi è all'8%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale è al 3%", chiarisce l'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato. I decessi sono 38 (+5), mentre i guariti sono 1.197. I casi a Roma città sono a quota 559. Diminuiscono i ricoveri e le terapie intensive.

Puglia

In Puglia su 10.925 test effettuati sono 991 casi positivi individuiti, di cui 561 nella sola provincia di Bari. Sono stati registrati inoltre 24 decessi. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 1.522.139 test, 106.688 sono i pazienti guariti e 32.090 sono i casi attualmente positivi.  Il totale dei contagi Covid in Puglia è di 142.616.

Veneto

Riprendono a crescere i contagi Covid in Veneto. Sono 895 i nuovi positivi al virus in 24 ore, per un totale di 328.973 infetti dall'inizio dell'epidemia. I decessi da ieri sono stati 21, per un numero complessivo di 9.763 vittime. Diminuiscono invece i ricoveri: sono 8 in meno i pazienti nei reparti non critici degli ospedali (1.247 in totale); sette in meno quelliin terapia intensiva, 132. Sul fronte vaccinazione, il governatore Luca Zaia ha spiegato, in conferenza stampa, che "il Veneto ha utilizzato il 68,3% dei vaccini anti-Covid, sotto la media nazionale del 70,8% per un tema prudenziale".  "Abbiamo una capacità - ha spiegato ai giornalisti - di 20 mila dosi al giorno, con i medici di base arriveremmo a 45-50 mila dosi al giorno. Siamo organizzati. Abbiamo la certezza su carta che arrivano i vaccini, ma ora la platea di vaccinati che attendono la seconda dose aumenta in maniera esponenziale, per cui abbiamo deciso di aumentare l'accantonamento". 

Toscana

In Toscana sono 857 i positivi in più rispetto a ieri (832 confermati con tampone molecolare e 25 da test rapido antigenico). Dall'inizio dell'epidemia in Toscana sono 151.413 i casi di positività al Coronavirus. L'età media dei nuovi positivi odierni è di 45 anni circa. Oggi sono stati eseguiti 13.192 tamponi molecolari e 8.006 tamponi antigenici rapidi, di questi il 4% è risultato positivo. Sono invece 9.995 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui l'8,6%  è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 15.405, +1,9% rispetto a ieri. Le persone ricoverate sono complessivamente 1.005 (22 in piu' rispetto a ieri, più 2,2%), 163 in terapia intensiva (4 in più rispetto a ieri, più 2,5%). Si registrano anche 17 nuovi decessi. Le persone complessivamente guarite sono 131.409 (556 in più rispetto a ieri, più 0,4%).

Marche

Sono 616, di cui 266 in provincia di Ancona, i nuovi casi di Covid nelle Marche. Nel Percorso Screening Antigenico (1047 test), invece, riscontrati 91 casi (da sottoporre al tampone molecolare) con rapporto positivi/testati al 9%. Nell'ultima giornata, riferisce il Servizio Sanità della Regione, "testati 5.953 tamponi: 3.476 nel percorso nuove diagnosi (1.047 nel percorso Antigenico) e 2.477 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari al 17,7%)". Sale così a 6.5053 il numero dei contagiati dall'inizio della pandemia, 2.209 i morti mentre sono 639 le persone ricoverate, 555 in reparti Covid, 84 in terapia intensiva. I decessi odierni sono 10, di cui sei nella provincia di Ancona.

Abruzzo

In Abruzzo sono 535 i nuovi casi di Covid, risultati dagli 11.473 test eseguiti (5.101 tamponi molecolari e 6.372 test antigenici). I casi di oggi fanno riferimento a persone di età compresa tra i 7 mesi e i 103 anni, inclusi 83 ragazzi sotto i 19 anni. Il totale dei contagi, da inizio emergenza, sale quindi a 52.299.  I decessi di oggi sono 10 (tra cui due quelli avvenuti nei giorni scorsi, ma riferiti solo oggi dalle Asl) e riguardano persone tra i 52 e i 93 anni. Sul fronte ricoveri sono 617 (+22 rispetto a ieri) i pazienti ricoverati ospedale in terapia non intensiva; 76 (-2 rispetto a ieri con 7 nuovi ricoveri) in terapia intensiva, mentre gli altri 12027 (-123 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. I dimessi/guariti sono 628, il totale è 37.917.

Provincia di Bolzano

In Alto Adige sono 355 i nuovi casi di Covid-19 su un numero record di tamponi processati in 24 ore, ben 16.387. Resta alto il numero dei decessi, 6 nella giornata di ieri, per un totale di 1.012 persone. . In leggero calo i ricoveri per covid in ospedale, da circa 250 a 227. Resta molto forte la pressione sulle terapie intensive a che fino a ieri erano 42 nelle strutture altoatesine (3 sono ricoverati all'estero). I pazienti positivi ricoverati nelle strutture private convenzionate sono 163. Su 195.047 persone sottoposte a tampone molecolare da inizio pandemia, 42.132 sono risultate positive e 29.333 sono guarite. 

Friuli Venezia Giulia

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 5.912 tamponi molecolari sono stati rilevati 317 nuovi contagi con una percentuale di positività del 5,36%. A questi si aggiungono altri 186 casi rilevati da 3.700 i test rapidi antigenici (5,03%). I decessi registrati sono 10; i ricoveri nelle terapie intensive sono 58 e scendono a 345 quelli in altri reparti. Dall'inizio della pandemia in regione sono risultate positive complessivamente 74.852 persone con la seguente suddivisione territoriale.

Le altre regioni

In Calabria i nuovi contagi sono 278, di cui 143 in provincia di Reggio. In Basilicata sono stati rivelati 169 nuovi casi, i guariti sono 64. In Sardegna si registrano altri 65 nuovi casi (40.877 il totale) e 7 decessi (1.132 in tutto). In Valle d'Aosta i nuovi positivi sono 14.