Perché Carletto è Carletto.
Il quarto (che diventa terzo causa penalità di Hamilton) posto di Leclerc nelle qualifiche turche è un segnale forte.
Sapete della nuova componente ibrida sulla power unit Ferrari.
A Istanbul Carletto sul giro secco sta a un decimo da Verstappen.
Vedremo in gara.
Bello l’aiuto che Sainz ha dato al compagno nel Q2, sottraendolo al rischio della eliminazione prematura.
La squadra funziona.
Per il mondiale, Hamilton ha fatto il suo.
Il meno dieci in griglia non lo esclude dal podio della domenica.
Di più: se Bottas si tiene dietro Verstappen al via e anche dopo, Lewis può immaginare persino il massimo.
Che mondiale.