custom logo
La Sprint Race di Imola e il cetriolo di Abu DhabiLeo Turrini - 14 febbraio 2022
La Sprint Race nel sabato di Imola è un bel regalo di Stefano Domenicali alla sua città. Trovo sensata anche la decisione di restituire il diritto alla pole, in occasione delle tre gare della viglia, all’autore del fastest lap al venerdì. Avevo già detto che andava rispettato il principio del re delle qualifiche su giro […]

La Sprint Race nel sabato di Imola è un bel regalo di Stefano Domenicali alla sua città.
Trovo sensata anche la decisione di restituire il diritto alla pole, in occasione delle tre gare della viglia, all’autore del fastest lap al venerdì.
Avevo già detto che andava rispettato il principio del re delle qualifiche su giro secco: è una questione di rispetto per la tradizione.
Trovo anche positivo il portare a 8 i punti spettanti a chi taglia il traguardo per primo al sabato: se la Mini Race si fa, è giusto conti sul serio nella economia del mondiale.
Sensata la riconsiderazione dei punteggi in caso di corsa accorciata.
A occhio, la “nuova “ Fia promette di scommettere sull’equilibrio.
Ma rimane in transito nei cieli il gigantesco cetriolo post Abu Dhabi: quando saranno rese note le decisioni “postume”, intuiremo se e quanto il dopo Todt stia incidendo sui poteri veri.