Martedì 16 Aprile 2024

Regeni: giudici, 'da imputati brutale e gratuita violenza'

Respinte eccezioni difese. 'Modalità tipiche della tortura'

Regeni: giudici, 'da imputati brutale e gratuita violenza'

Regeni: giudici, 'da imputati brutale e gratuita violenza'.

"Brutale e gratuita violenza fisica e di inflizione di sofferenze corporali personali che non possono che avere prodotto, per la loro imponenza, gravissimo dolore e tormento in senso stretto, in un crescendo che ha originato l'evento morte, anche a voler trascurare il dato del patimento psicologico". E' quanto scrivono i giudici della Prima Corte d'Assise di Roma nell'ordinanza con cui hanno respinto le eccezioni avanzate dai difensori dei quattro 007 accusati del rapimento, delle torture e dell'omicidio di Giulio Regeni. "Le modalità - aggiungono - prescelte per il sequestro non possono che essere ispirate a quelle finalità essenziali della tortura pubblica di tipo punitivo e/o intimidatorio".