Palestinesi, rabbia per il no, qualcuno in piazza lo stesso

"Grave che la comunità ebraica incida su decisione già presa"

Palestinesi, rabbia per il no, qualcuno in piazza lo stesso
Palestinesi, rabbia per il no, qualcuno in piazza lo stesso

"E' estremamente grave che la comunità ebraica incida su una decisione già presa dall'autorità competente che aveva autorizzato il corteo". Così Maya Issa, presidente del Movimento degli studenti palestinesi dopo la decisione della Questura di far slittare il corteo di domani." E' una decisione che aumenta la rabbia - aggiunge - Noi ci riserveremo di decidere se manifestare domenica 28 ma non possiamo garantire che non ci siano persone che domani scendano comunque in piazza".