Congedo parentale, 2 mesi con 80% stipendio nel 2024

Nel 2024 i neogenitori potranno avere due mesi di congedo parentale indennizzati all'80%. La legge di Bilancio introduce l'innalzamento dell'indennità per il secondo mese fino ai sei anni di età del figlio. Nuova misura di sostegno per i lavoratori dipendenti che terminano il congedo di maternità o paternità.

Inps, nel 2024 due mesi congedo parentale con 80% stipendio
Inps, nel 2024 due mesi congedo parentale con 80% stipendio
Nel 2024 i neo-genitori potranno usufruire di due mesi di congedo parentale indennizzati all'80%. Lo chiarisce una circolare dell'INPS sulle principali disposizioni in materia di ammortizzatori sociali in costanza di rapporto di lavoro e di sostegno al reddito e alle famiglie, spiegando che la Legge di Bilancio introduce l'innalzamento dell'indennità per il secondo mese di congedo parentale, che può essere richiesto fino ai sei anni di età del figlio o dall'entrata del minore in famiglia, dal 30% al 60% della retribuzione, ma che sarà all'80% solo per il 2024. Tale misura di sostegno, che si aggiunge alla disposizione che prevede un'indennità pari all'80% della retribuzione per un mese entro il sesto anno di vita del bambino, trova applicazione con riferimento ai lavoratori dipendenti che terminano il periodo di congedo di maternità o, in alternativa, di paternità, successivamente al 31 dicembre 2023. Il congedo parentale spetta ai genitori, in costanza di rapporto di lavoro, entro i primi 12 anni di vita del bambino per un periodo complessivo, tra i due genitori, non superiore a dieci mesi, elevabili a undici se il padre lavoratore si astiene dal lavoro per un periodo, continuativo o frazionato, di almeno tre mesi. I periodi di congedo parentale possono essere fruiti dai genitori anche contemporaneamente. Spetta un'indennità pari al 30% della retribuzione media giornaliera, calcolata in base alla retribuzione del mese precedente l'inizio del periodo di congedo, entro i 12 anni di età del bambino (o dall'ingresso in famiglia in caso di adozione o affidamento) e per un periodo massimo complessivo (madre e/o padre) di nove mesi. Per il primo mese l'indennità sale all'80%, mentre per il secondo mese, nel 2024, l'indennità sarà all'80% solo per le famiglie che terminano il congedo obbligatorio quest'anno.