Borsa: l'Europa rallenta dopo Wall Street, Milano -0,5%

A Piazza Affari scivolano Leonardo e A2a. Euro debole su dollaro

Borsa: l'Europa rallenta dopo Wall Street, Milano -0,5%
Borsa: l'Europa rallenta dopo Wall Street, Milano -0,5%

Le Borse europee rallentano dopo l'avvio contrastato di Wall Street. Sui mercati c'è attesa per la riunione della Bce prevista in settimana. In rialzo i rendimenti dei titoli di Stato, in attesa delle prossime mosse delle banche centrali. Sotto i riflettori anche i risultati delle trimestrali e gli effetti delle tensioni geopolitiche. Sul fronte valutario l'euro scende a 1,0859 sul dollaro. Lo spread tra Btp e Bund si attesta a 156 punti, con il rendimento del decennale italiano al 3,89%. L'indice d'area stoxx 600 cede lo 0,4%. In flessione Madrid (-0,9%), Parigi e Milano (-0,5%), Francoforte (-0,3%) e Londra (-0,1%). I listini sono appesantiti dal comparto farmaceutico (-1,3%). Scendono anche le utility (-0,8%), con il gas in calo dell'1,4% a 26,9 euro al megawattora. Vendite sul settore finanziario con le banche che cedono lo 0,2% e le assicurazioni l'1%. In terreno positivo l'energia (+0,1%), con il petrolio in calo. Il Wti cede lo 0,7% a 74,2 dollari al barile e il Brent scende dello 0,8% a 79,4 dollari. In rialzo le auto (+1%) e il lusso (+0,5%). A Piazza Affari scivolano Leonardo e A2a (-2,5%) e Hera (+2%). Male anche Ferrari (+1,9%), Italgas (-1,7%) e Enel (-1,2%). Nel listino principale mostrano i muscoli Iveco (+2,8%) e Saipem (+2,1%). Avanzano anche Campari (+1,7%) e Stm (+1,4%), quest'ultima in vista dei conti dell'anno scorso.