Balneari: Rimini apre i bandi senza norma nazionale

'Mentre Roma resta ferma, obbligati a correre da soli'

In assenza di una normativa nazionale che regoli l'assegnazione delle concessioni demaniali marittime in scadenza il prossimo 31 dicembre, i Comuni cominciano a fare di testa propria. È così per Rimini, la prima meta balneare d'Italia per presenze turistiche, dove la Giunta ha approvato l'atto di indirizzo che regola le evidenze pubbliche per il 2024. "Mentre Roma resta ferma, i Comuni sono obbligati a correre, in solitaria", commenta l'amministrazione comunale.