Francesco Bagnaia in azione (Ansa)
Francesco Bagnaia in azione (Ansa)

Barberino del Mugello, 30 maggio 2021 - La MotoGp corre dopo il dramma di Dupasquier e al Mugello, sulla pista di casa, la Ducati vive una giornata molto negativa. Si salva solo Zarco con la sua Desmo targata Pramac.

Fabio Quartararo, 10

 Vince facile, è vero, anche perché il rivale Bagnaia sparisce subito. Poi però è molto bravo a mettere le cose in chiaro con il connazionale Zarco che per un quarto della gara lo punge e provoca alla grande. Lui però non molla, ‘stressa’ l’avversario e poi si da’ alla fuga.

Miguel Oliveira, 9

Zitto zitto firma un super podio. Il messaggio rimane comunque forte e chiaro ai naviganti: occhio alle sorprese perché Oliveira ha già dato altre zampate convincenti in questo 2021. E se la Ktm continua ad andare così veloce…

Joan Mir, 8

Finisce alle spalle di Quartararo per l’errore di Oliveira, ma il giudizio riepiloga la prestazione e la tenacia con cui ha vinto i duelli con il compagno di team poi caduto (Rins) e uno Zarco scatenato forte, ma non molto fortunato.

Johann Zarco, 7

La sua Ducati Pramac è l'unica che riesce a consegnare a Borgo Panigale un mezzo sorriso. La prima parte del suo Gp è da 10 in pagella, poi le cose cambiano, la sorte non gli da’ una mano ed è costretto a scendere dal podio. Peccato. Ma complimenti lo stesso.

Aleix Espargaro, 6,5

Non si limita a fare il compitino ma ce la mette tutta per portare la sua Aprilia il più avanti possibile. La prestazione al Mugello è da sottolineare con un applauso. Bravo a tenersi dietro un gruppo di piloti più veloci di lui. Lucido a tenere il passo di Ducati e Yamaha.

Valentino Rossi, 5,5

Per arrivare alla sufficienza deve prima recuperare ancora un po’ di posizioni nella graduatoria dei prossimi Gp. Per il resto siamo ai soliti problemi: il feeling con la Yamaha rimane precario, le gomme non lo aiutano, ma soprattutto… gli avversari vanno troppo più forte.

Luca Marini, 4,5

Chiude in una posizione che non concede attenuanti. Ok, il fratellino di Vale sta ancora studiando e sicuramente ha accusato le mille difficoltà del salto in MotoGp. Detto questo vederlo laggiù all’ultimo posto fa davvero male e cancella prospettive e ambizioni . Almeno a medio termine.

Franco Morbidelli, 4

Il week end era iniziato molto bene, ma il venerdì non si assegnano i punti per il Mondiale. Gara sempre nelle retrovie, con mille problemi e nemmeno un lampo di orgoglio o una prova di forza. Bocciato.

Pecco Bagnaia, 3

Un giro e mezzo e addio Mugello. Un disastro. Sbaglia la ‘piega’ e le gomme fredde non perdonano. Non è da lui gettare al vento e così in fretta un’occasione preziosa come la gara sulla pista di casa. Che abbia accusato la pressione del ruolo di protagonista più atteso?

Marc Marquez, 3

Ci risiamo. Altro giro (un giro e mezzo anche per lui, per la verità) e altro scivolone nella ghiaia. Ormai è ufficiale, anche il 2021, dopo il forfait di tutto il 2020, è un anno senza il Fenomeno. Una cosa sembra certa, dopo il lunghissimo stop, Marc non più quello di prima.