Firenze, 30 maggio 2021 - Jason Dupasquier è morto. Il pilota svizzero di 19 anni non ce l'ha fatta. Dopo l'incidente nel corso delle qualifiche di ieri della Moto3 al Mugello, dove si corre il Gran Premio d'ItaliaDupasquier nella notte era stato operato all'ospedale Careggi di Firenze per una lesione vascolare all'addome. Le sue condizioni, fin dal trasporto di sabato in elicottero, erano apparse gravissime.

Dupasquier, Simoncelli e gli altri: le tragedie dei piloti morti nel Motomondiale

L'annuncio della morte di Dupasquier è stato dato dalla sua scuderia, la Prustel GP sui social: "E' con profonda tristezza che annunciamo la scomparsa di Jason Dupasquier. Siamo devastati e in questo momento tutti i nostri pensieri vanno alla famiglia di Jason. Ci mancherai tantissimo e non ti dimenticheremo mai, Jason".

Le gare del motomondiale si sono disputate lo stesso, senza festeggiamenti. Tutti i piloti arrivati sul podio hanno dedicato un pensiero al collega scomparso. "Ogni volta che passavamo alla curva 9, pensavo a lui. Questa vittoria è per Jason", ha detto Fabio Quartararo dopo il successo in MotoGp. 

false

La scomparsa di Dupasquier è avvenuta per le conseguenze del tragico incidente multiplo nel quale sono stati coinvolti anche Ayumu SasakiJeremy Alcoba. Lo svizzero aveva perso il controllo della sua moto alla curva Arrabbiata 2, venendo investito prima da Sasaki e poi da Alcoba. Il pilota classe 2001 era stato soccorso prontamente in pista e poi trasportato in elicottero all'ospedale Careggi di Firenze. A niente è servita l'operazione chirugica effettuata nella notte. "La FIM, IRTA, MSMA e Dorna Sports fanno le più sentite condoglianze alla famiglia, agli amici e alla squadra di Jason Dupaquier", si legge nel comunicato ufficiale della Dorna. Dall'ospedale di Careggi avevano fatto sapere che era in corso l'accertamento di "morte encefalica", una procedura per la conferma del decesso di un paziente con gravi lesioni cerebrali non compatibili con la vita.

Questo invece il comunicato della MotoGp: "A seguito di un grave incidente nella sessione di qualifiche 2 della Moto3 al Gran Premio d'Italia è con grande tristezza che comunichiamo la scomparsa del pilota della Moto3 Jason Dupasquier. Nonostante i grandi sforzi del personale medico del circuito e di tutti coloro che successivamente si sono occupati del pilota svizzero, l'ospedale ha annunciato che Dupasquier è purtroppo morto per le sue ferite". "Dupasquier - aggiunge il comunicato della MotoGp - aveva iniziato in modo impressionante la sua seconda stagione nella classe leggera, ottenendo costantemente punti ed entrando nella top ten della classifica".

Un minuto di silenzio per ricordare Dupasquier, seguito da un lungo e sentito applauso, è stato osservato in tutto il paddock prima dell'inizio della gara della MotoGp.

Chi era Jason Dupasquier

Jason Dupasquier avrebbe compiuto 20 anni il prossimo 7 settembre. Aveva cominciato a correre all'età di cinque anni sullo sterrato, seguito da vicino dal padre Philippe, pilota di motocross. Nel 2015 era passato nella Adac Junior Cup, categoria vinta nel 2016. Nel 2017 si era aggiudicato la North European Cup nella classe Moto3. Nello stesso anno aveva iniziato a correre nella categoria Moto3 nel Cev, il campionato spagnolo di velocità. Nel 2019 aveva partecipato alla MotoGp Rookies Cup, fino ad approdare nel 2020 nel team CarXpert PrustelGP di Moto3 nel motomondiale. Dopo le cinque gare disputate in questo 2021 occupava la decima posizione in classifica con 27 punti all'attivo. La sua migliore prestazione rimane quella dello scorso 2 maggio al Gp di Spagna, concluso al settimo posto.

Valentino Rossi

"Voglio fare le mie condoglianze alla famiglia di Jason e ai suoi amici, purtroppo la situazione era disperata. Sapendo che un pilota è morto, ti chiedi se abbia senso continuare a fare la gara". Così Valentino Rossi sulla tragedia di Dupasquier. "Io penso che da una parte non abbia senso fare la gara, ma allo stesso tempo penso che abbia comunque senso correre, perché evitare di gareggiare non avrebbe cambiato le cose", ha aggiunto il Dottore.

Vezzali: "Addio Jason"

 "Lo sport è vita e quando irrompe la morte rimaniamo senza parole. Addio Jason" con queste parole il sottosegretario allo sport, Valentina Vezzali, ha voluto ricordare Dupasquier.

Foggia (Moto3): "Senza parole"

Dennis Foggia, il pilota vincitore del Gran Premio d'Italia di Moto3, ha reso omaggio a Dupasquier con un ricordo toccante: "Mi dispiace tantissimo, sono senza parole. Tutti i giorni facevamo colazione insieme, andavamo alla stessa hospitality. È veramente brutto, però purtroppo la Moto3 è anche questo, è molto scenografica ma è anche molto pericolosa perché siamo sempre tutti molto vicini e può succedere di tutto. Mando un abbraccio alla sua famiglia e alla sua squadra".

Motogp Mugello 2021: le pagelle. Flop Ducati