Gian Piero Gasperini (Ansa)
Gian Piero Gasperini (Ansa)

Bergamo, 9 dicembre 2020 - L'Atalanta continua a riscrivere la propria storia. Per il secondo anno consecutivo, la Dea approda alla fase a eliminazione diretta della Champions League grazie al successo all'Amsterdam Arena, altro grande stadio d'Europa violato dopo Anfield Road. "Si tratta di un risultato straordinario, anche superiore a quello dell'anno scorso, perché stavolta avevamo nel girone due mostri sacri del calcio europeo come Liverpool e Ajax - sottolinea Gian Piero Gasperini a fine gara - Abbiamo sempre vinto in trasferta, totalizzando 11 punti e continuando sulla stessa falsariga della scorsa stagione, fatta eccezione per le prime tre partite". 

Lite alle spalle

La qualificazione arriva a pochi giorni di distanza dalla lite fra il tecnico e Papu Gomez: un episodio che evidentemente non ha lasciato tossine nello spogliatoio nerazzurro, compatto per centrare l'impresa. "Aldilà di tutto quello che si dice, mi devo assolutamente sentire libero di fare le mie scelte. Questo è un principio da cui non si può prescindere - dice Gasperini - Sul valore di Gomez e degli altri giocatori, beh la risposta si è vista stasera. La cosa è nata così, è abbastanza evidente. Ma poi si va avanti. Dimissioni? Non possiamo stare dietro a tutte queste voci. Comunque il giorno che andrò via da Bergamo lo concorderemo con serenità assieme alla società, non ci saranno mai separazioni traumatiche. Con i dirigenti ci parliamo tutti i giorni. Chiaramente questa vittoria ci permette di programmare da qui a marzo. Dobbiamo fissare un po' di punti e un po' di strategie, ma come tutte le squadre". 

"Gasperini e Gomez restano"

Sulla permanenza di Gasperini almeno fino al termine della stagione, Luca Percassi, amministratore delegato della Dea, rassicura i tifosi: "Restano sia lui che Gomez. In tutte le famiglie le discussioni fanno parti della vita quotidiana. A volte sono più forti, ma poi si va avanti. Stasera vale più di mille parole". 

Leggi anche: I risultati di oggi in Champions League