Fiorentina-Inter 1-3: Perisic firma il terzo gol (Ansa)
Fiorentina-Inter 1-3: Perisic firma il terzo gol (Ansa)

Firenze, 21 settembre 2021 - Un primo tempo di estrema sofferenza, con tanto di rete subita al 23' per mano di Sottil e poi 3' di fuoco all'alba della ripresa per sistemare tutto: è così che l'Inter, grazie all'uno-due firmato Darmian-Dzeko, sistema la pratica Fiorentina, che chiude anche con un uomo in meno a causa del doppio giallo rimediato da un nervosissimo Nico Gonzalez. A quel punto i viola, frustrati per i tanti rimpianti e per l'inferiorità numerica, si espongono al contropiede nerazzurro, coronato dal tris con cui Perisic fa calare il sipario su una partita che proietta i suoi al primo posto: ovviamente in attesa delle altre.

Calendario e risultati - Classifica

Primo tempo

Pronti, via e la Fiorentina si rende subito pericolosa con Nico Gonzalez, che riceve da Vlahovic e anticipa Handanovic: quest'ultimo chiude bene lo specchio e sul prosieguo Biraghi non centra il bersaglio grosso. L'Inter replica all'8' con Barella, la cui bordata da fuori viene deviata in angolo. Al 10' i viola tornano pericolosi con Vlahovic, che si ritrova la sfera tra i piedi dopo un rimpallo in area: solo un miracolo di Handanovic evita il vantaggio dei padroni di casa. Il portiere nerazzurro si conferma in serata di grazia anche poco dopo sulla sventola di Biraghi, mentre al 21' sul potente mancino di Duncan non serve intervenire perché la mira non è precisa. Al 23' la Fiorentina passa meritatamente in vantaggio con Sottil, che riceve il suggerimento basso di Nico Gonzalez (bravo a scappare via a Skriniar) e firma l'1-0 con un tap-in sul secondo palo. La reazione dell'Inter è tutta in una punizione dal limite di Calhanoglu che non sorprende Dragowski e in un autogol annullato per fuorigioco a ridosso del duplice fischio.

Secondo tempo

La Fiorentina riparte forte (bella in particolare una conclusione dal limite di Vlahovic) ma al 52' a segnare sono i nerazzurri: il marcatore è Darmian, che riceve da Barella a coronamento di una bella azione degli ospiti e con un destro a incrociare gela il Franchi. La rimonta dell'Inter si completa al 55', quando Dzeko svetta da un corner calciato da Calhanoglu e trafigge ancora Dragowski. Gli ospiti sono in piena fiducia e al 58' potrebbero addirittura chiudere i conti con Perisic, il cui mancino si spegne di un soffio fuori. A spegnersi, complice la girandola delle sostituzioni, sono anche i ritmi della sfida: tra i volti nuovi c'è Sanchez, che sciupa un'ottima occasione nata da un rinvio errato di Dragowski intercettato da Calhanoglu. Ad accendersi è invece il nervosismo tra i viola, con Nico Gonzalez espulso all'80' per doppio giallo: fatali per l'argentino le proteste eccessive nei confronti dell'arbitro Fabbri. L'Inter cerca di sfruttare subito la superiorità numerica con Brozovic, la cui bordata viene respinta da Dragowski: quest'ultimo all'87' deve arrendersi al tap-in con cui Perisic chiude la gara a coronamento di una bella ripartenza dei suoi che fissa il risultato finale sull'1-3 prima che Sanchez in pieno recupero vada addirittura a un passo dal poker.

Leggi anche - Serie A, Bologna-Genoa 2-2