Amir Rrahmani in gol contro l'Udinese (Ansa)
Amir Rrahmani in gol contro l'Udinese (Ansa)

Udine, 20 settembre 2021 - E sono 4: il Napoli non si ferma più e travolge anche l'Udinese, stesa dalle reti di Osimhen e Rrahmani nel primo tempo e Koulibaly e Lozano nella ripresa. I successi degli azzurri in campionato diventano così 4 su 4, proprio come le reti della serata della Dacia Arena: un ruolino perfetto che proietta la banda Spalletti da sola in cima alla classifica per un risultato sì del tutto parziale ma, ai nastri di partenza della stagione, assolutamente difficile da pronosticare.

Udinese-Napoli, 0-4, rivivi la diretta

Serie A, calendario e risultati - Classifiche

Primo tempo

Il Napoli comincia in sordina e presta il fianco ai primi assalti dell'Udinese, ma al 13' Insigne rompe gli indugi con il suo classico tiro a giro: Silvestri è attento e respinge. In realtà quella del capitano era una sorta di prova generale, perché al 24' è suo il pallonetto che propizia il vantaggio degli azzurri, anche se a risultare decisivo è il tap-in da zero metri di Osimhen: bello e fondamentale nell'occasione
il lancio dalle retrovie di Mario Rui. Al 31' gli ospiti potrebbero addirittura raddoppiare con Fabian Ruiz, il cui mancino a giro dalla distanza sbatte sul palo alla destra del portiere di casa. Lo 0-2 è nell'aria e arriva al 35', quando dagli sviluppi di uno schema da calcio di punizione la palla passa da Insigne a Fabian prima di arrivare a Koulibaly, che mette al centro per l'accorrente Rrahmani.

Secondo tempo

Dopo aver servito l'assist, al 52' è proprio Koulibaly a scrivere il suo nome nell'elenco dei marcatori: decisivi ancora una volta uno schema da calcio piazzato, con Politano e Insigne che dialogano, passano la sfera a Fabian Ruiz, che poi arma la bomba a rimorchio del senegalese. Dopo 10 giri di lancette Zambo Anguissa potrebbe arrotondare il bottino con un'incornata perentoria che stavolta trova i grandi riflessi di Silvestri, mentre al 68' a provarci è Osimhen con un sinistro a incrociare: la sfera termina fuori di un soffio. Al 70' tornano protagonisti i corner: Rrahmani svetta di testa ma Silvestri si salva prima di ripetersi poco dopo sulla botta di Mario Rui. All'84' c'è gloria anche per il neo entrato Lozano, che scambia proprio con il terzino portoghese e con un destro a giro firma un poker che neanche il destro di Pussetto riesce a mitigare visto che Ospina si distende e dice no. Anzi, in pieno recupero è ancora il Napoli ad andare vicino a un'altra rete con Ounas: rete che non arriva, mentre il resto, ossia quarta vittoria su altrettante gare e vetta della classifica in solitaria, sono puntualmente a referto.

Tabellino

Udinese (3-5-2): Silvestri; Becao, Nuytinck, Samir; Molina (41' st Soppy), Arslan (27' st Samardzic), Walace, Pereyra (19' st Makengo), Stryger Larsen (27' st Zeegelar); Pussetto, Deulofeu (19' st Beto). (20 Padelli, 66 Piana, 2 Perez, 8 Jajalo, 45 Forestieri, 69 Ianesi, 87 De Maio). All.: Gotti. 

Napoli (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Rrhahmani, Koulibaly, Mario Rui (31' st Zanoli); Ruiz (36' st Ounas), Anguissa, Elmas; Politano (27' st Lozano), Osimhen (36' st Petagna), Insigne (27' st Zielinski). (1 Meret, 2 Malcuit, 5 Juan Jesus, 44 Manolas) All.: Spalletti. 

Arbitro: Manganiello di Pinerolo. 

Reti: nel pt 24' Osimhen, 34' Rrahmani; nel st 6' Koulibaly, 40' Lozano. Angoli: 5 a 2 per il Napoli. Recupero: 1' e 3'. Ammoniti: Samir, Molina e Mario Rui per gioco falloso. Spettatori: 11.484. 

Leggi anche - Napoli, il ritorno di Meret dopo l'infortunio