Pioli (ANSA)
Pioli (ANSA)

Milano, 23 novembre 2021 – Ultima chiamata per il Milan che domani sera alle 21 andrà a far visita all’Atletico Madrid in un match cruciale per l’eventuale prosieguo del cammino in Champions dei rossoneri, che dopo il pareggio con il Porto è però legato anche ai risultati delle dirette concorrenti: “Abbiamo analizzato ancora il gioco dell’Atletico – ha spiegato mister Stefano Pioli – ed è stato semplice motivare la squadra perché domani abbiamo l’ultima chance per restare in corsa”. Nonostante il ko di pochi giorni fa a Firenze – il primo in campionato – la squadra sta bene: “Siamo costruiti per essere competitivi in campionato e Champions dove abbiamo dimostrato di non essere distanti dalle concorrenti pur mancandoci ancora qualcosa per raggiungerle. Domani sarà fondamentale fare una grande prestazione sotto ogni aspetto”.

L’andata e la situazione infortunati

All’andata i rossoneri subirono un beffardo ko in rimonta, del quale però i rossoneri secondo Pioli hanno saputo far tesoro imparando che è fondamentale restare concentrati fino al fischio finale: “Conosciamo bene l’Atletico e sappiamo che fino all’ultimo sa stare in partita. Sanno recuperare il risultato come pochi in Europa e lo hanno dimostrato anche in campionato contro il Valencia”. Lo sguardo del tecnico milanista si è poi spostato verso la situazione infortunati. All’appello mancheranno infatti ancora Fikayo Tomori, alle prese con un problema all’anca, e Ante Rebic: “Proveremo a recuperare Tomori in vista di domenica. Dopo il problema all’anca ne ha accusato uno all’otturatore, un muscolo in quell’area. L’infortunio a Rebic ci toglie una pedina importante in attacco e per questo motivo dovrò gestire al meglio Ibrahimovic, Leao e Giroud giocando noi ogni tre giorni”. La nota lieta, in chiusura, è il pieno recupero di Alessio Romagnoli: “Sta meglio ed è pronto per giocare”.

Leggi anche - Champions League in tv: probabili formazioni e orari delle partite del 24 novembre