Italia bronzo nel team event ad Are (Ansa)
Italia bronzo nel team event ad Are (Ansa)

Are, 12 febbraio 2019 – Il team event dei Mondiali di sci Are è andato alla Svizzera, ma l’Italia si gode un insperato terzo posto in una disciplina che raramente ci aveva regalato soddisfazioni. Andiamo con ordine. Gli svizzeri Holdener, Yule, Danioth e Zenhauesern hanno battuto negli ottavi il Belgio 4-0, poi in successione Svezia e Germania grazie alla somma dei tempi in tutte e due le sfide dopo che il risultato finale era stato di 2-2 (due vittorie di manche a testa). Nell’ultimo atto tra Austria e Svizzera, le 4 sfide in parallelo (due maschili e due femmilini) si erano concluse in parità sul 2-2: Holdener aveva battuto Liensberger, poi gli austriaci andavano in vantaggio con Matt (battuto Yule) e Truppe (su Danioth) ma nell’ultima discesa Zenhaeusern non solo batteva Schwarz ma lo faceva con un tempo sufficiente a rendere la somma inferiore a quella austriaca. Oro dunque Svizzera, argento Austria.

ITALIA TERZA - Il percorso azzurro (schierati Della Mea, Curtoni, Vinatzer e Maurberger) è positivo, ma con rammarico. Negli ottavi contro la Finlandia Della Mea, Vinatzer e Maurberger vincevano le loro sfide e rendevano ininfluente la sconfitta di Curtoni contro Honkanen. Nei quarti sfida con la temibile Norvegia ma solo una Curtoni acciaccata non riusciva a portare il punto a casa, mentre Vinatzer batteva Solevaag, Della Mea Lysdahl e Maurberger il forte Haugen. In semifinale il grosso rammarico azzurro. Truppe vinceva agilmente con Curtoni, ma Vinatzer impattava da fenomeno battendo Matt. Nella terza manche ecco l’intoppo: Liensberger sconfiggeva Della Mea, la quale commettendo due errori rendeva per Maurberger impossibile la missione di battere Schwarz con un tempo tale da rendere la somma migliore di quella austriaca. L’altoatesino riusciva a tagliare primo il traguardo ma con tempo insufficiente e il 2-2 qualificava l’Austria. Se Della Mea non avesse preso troppo distacco l’Italia sarebbe andata in finale. Brividi invece nella finale terzo e quarto posto con i tedeschi. Avanti gli azzurri con Della Mea su Geiger, raddoppio di Maurberger su Tremmel, poi Duerr accorciava su Curtoni e per Strasser c’era la possibilità di impattare il 2-2 con un tempo fattibile e portare i suoi a podio. Il tedesco batteva Vinatzer e con un tempo sufficiente, ma una inforcata sanzionata dopo il traguardo dai giudici, visto che l’atleta aveva continuato a scendere e nessuno si era accorto di nulla, portava alla squalifica del tedesco. Il punto andava all’Italia per il tre a uno che valeva il bronzo e una storica medaglia nel team event.

Ottavi
Austria 4-0 Argentina
Slovacchia (qualificata per miglior tempo) 2-2 Slovenia
Norvegia 4-0 Repubblica Ceca
Italia 3-1 Finlandia
Francia 3-1 Russia
Germania 3-1 Gran Bretagna
Svezia 3-1 Canada
Svizzera 4-0 Belgio
Quarti
Austria 4-0 Slovacchia
Italia 3-1 Norvegia
Germania 3-1 Francia
Svizzera (qualificata per miglior tempo) 2-2 Svezia
Semifinali
Austria (qualificata per miglior tempo) 2-2 Italia
Svizzera (qualificata per miglior tempo) 2-2 Germania
Finale terzo posto
Italia 3-1 Germania
Finale
Svizzera (oro per somma tempi) 2-2 Austria