Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
30 giu 2022

Draghi-Conte, i retroscena dello scontro e la frittata di Grillo

Scontro durissimo sulle presunte pressioni di Draghi per cacciare il capo politico dei 5Stelle, Mattarella lo riceve e gli chiede di evitare scossoni al governo. Nel Movimento cresce la rivolta

30 giu 2022
ettore maria colombo
Politica

Roma, 30 giugno 2022 - La giornata è talmente drammatica e ad alta tensione, che Giuseppe Conte la finisce al Colle, a colloquio con il Capo dello Stato, Mattarella, per riferirgli della "gravità della situazione", pur assicurandogli di non voler far uscire dal governo i 5Stelle. Mattarella avrebbe compreso la gravità del momento ma chiesto a Conte di non dare luogo a colpi avventati, perché la solidità del governo, in questa fase politica così drammatica, a livello internazionale, è cruciale. I nemici di Draghi. Un esercito litigioso assedia il premier. Ecco dove attaccherà Conte, insomma, ci va giù pesantissimo, al punto da salire al Colle, ma anche direttamente con Draghi: "Caro Mario, il tuo governo e il Movimento, non tu ed io, per carità, abbiamo un problema politico. Con tutti questi sgambetti siete voi che ci buttate fuori dal governo, non siamo noi a uscirne". Poi, a sera, riferisce ai suoi: gliene ho dette quattro. Una telefonata cortese nella forma, ma gelida nella sostanza, quella intercorsa tra i due che dovevano ‘chiarirsi’ e si vedranno. Ne usciranno scintille, ma questo riguarda il domani. Conte più solo. Grillo ha scelto l'amico Draghi - di Piefrancesco De Robertis Urge invece tornare al mattino quando l’ex premier convoca la stampa nella sede del Movimento e, dopo aver letto i giornali (cioè l’intervista al sociologo Domenico De Masi sul Fatto quotidiano che aveva rivelato: "il premier scrive spesso a Grillo e gli ha chiesto più volte di rimuovere Conte perché lo giudica inadeguato") sillaba: "L’intervento di Draghi è molto grave, sono sconcertato". Poi, però, novello Churchill, assicura: "Il nostro atteggiamento leale e costruttivo verso il governo non cambia". Se la prende, ovviamente, con le "manovre di Palazzo". Traduzione dei suoi: "ci vogliono fare fuori, i poteri legati a Di Maio, gli stessi di ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?