24 gen 2022

Mense scolastiche, interdittiva antimafia per la Capital. A rischio il servizio in 7 città

La Procura ha inviato una nota ai Comuni di Napoli, AfragolaArzano, Casoria, Frattaminore, Ancona e Terlizzi (Bari)

featured image
Mensa solastica

Napoli, 24 gennaio 2022 – Bufera sulla tavola dei bambini, una società che gestisce le mense scolastiche è stata raggiunta da una interdittiva antimafia. Al centro del provvedimento la società Capital Srl, concessionaria del servizio scuole nel Napoletano.

Approfondisci:

Sicurezza Napoli, Lamorgese firma l'accordo antiviolenza. "Baby gang, il problema esiste"

La Procura ha scritto i sindaci che hanno in essere un appalto con la Capital. “Attraverso la nota – indirizzata ai Comuni di Napoli e Ancona, le ciitadini del Napoletano di Afragola, ArzanoCasoria e Frattaminore, oltre a Terlizzi, nel Barese – la Prefettura intende raccogliere informazioni in merito ai servizi contrattualmente effettuati dalla Capital al fine di consentire la verifica della sussistenza dei presupposti per l'applicazione delle misure straordinarie di gestione, sostegno, monitoraggio delle imprese", si spiega in una nota.

Approfondisci:

Anno giudiziario Napoli, l'allarme: "Pandemia, un grosso affare per la criminalità"

Nella comunicazione inviata nei municipi, si sottoliena che la Prefettura campana chiede che si segnalino "i contratti per i quali sussista l'urgente necessità di assicurare il completamento dell'esecuzione degli stessi, ovvero la loro prosecuzione al fine di garantire la continuità di funzioni e servizi indifferibili per la tutela di diritti fondamentali, nonché per la salvaguardia dei livelli occupazionali o dell'integrità dei bilanci pubblici".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?