Anastasio festeggia la vittoria nella finale di X Factor, con Naomi seconda (Ansa)
Anastasio festeggia la vittoria nella finale di X Factor, con Naomi seconda (Ansa)

Milano, 14 dicembre 2018  - Decisamente un'edizione da ricordare, questa di X Factor 12 vinta da Anastasio, almeno fino a domani. 

4 a Manuel: coerente col motto Afterhours "non c'è niente che sia per sempre", Manuel Agnelli quest'anno ha mollato il colpo, venendo meno volontariamente e con invidiabile caparbietà al ruolo di giudice più amato. Con Martina Attili che pure è un gran bel tipino assai ricco di potenzialità, non ne ha azzeccata mezza. Con Sherol, che avrebbe dovuto se non potuto vincere questa edizione, lasciamo perdere. Il top lo ha comunque raggiunto con la sua piccola Luna (quella che "si mangia il palco") nell'ultima serata di gara: "Luna dove la metti sta", ha chiosato facendo finta che fosse un complimento alla sedicenne esaltata. Dove la metti sta: infatti l'hanno messa fuori dal duello per la vittoria. Dopodiché lei c'è stata.

3 al ruolo fondamentale dei giudici nell' X Factor 2018: Mara ad Anastasio: "Io non ho fatto un cazzo, per lui. Lui si è salvato nonostante la mia presenza". Fedez a Noemi: "Io ho fatto il 10 per cento, lei il 90 per cento". I famosi stipendi ben guadagnati.

10 a Mara Maionchi: portarli così, i suoi anni. Ombretto glitter, giacca borchiata, turpiloquio sfrenato ma stemperato dalle risate. "Ah ah ah, ascoltando te, Anastasio, mi rendo conto che non sono morta, che sono viva  e posso fare quel cazzo che mi pare". Maionchi Power.

I BowLand escono da campioni

10+ a Naomi. O Noemi, o Sherol, o comunque si chiami. Questa ragazza è una grande, è la seconda classificata di X Factor più maltrattata nella storia. Le hanno retto i nervi quando Fedez - imbambolato negli occhi azzurri di Lorenza - sbagliava su di lei assegnazione dopo assegnazione. Uhmmm: ha la voce da soprano ed è magra risucciata dalle streghe? Via a farla passare come la finta Celine Dion, repertorio da musical stanziale a Las Vegas.  Cover pompose, inediti imbarazzanti. Poi toh, all'improvviso, le si scopre il talento di rapper micidiale. E così arriva addirittura al rischio vittoria. Pare Fedez abbia detto, a quel punto:  già che siamo in ballo balliamo. Pare che dagli spalti gli abbiano risposto: ok, sì, ma la discoteca sta per chiudere. Veramente complimentoni a Fedez per averci visto giusto fin dall'inizio. E' proprio vero: l'ipocrisia è il costo che bisogna pagare per provare ad avere virtù. 

6 al Gomplotto. Mai finalissima di X Factor fu più fibrillante di quella di ieri sera. Fin dalla mattina prendono a circolare in Rete le notizie circa il Facebook di Anastasio, prima del successo. "Mette i like a Donald Trump, a Salvini, a CasaPound", a farneticanti teorie di complotti, a fake news sulla nave Diciotti, fanno sapere  i più informati di Google. Su Twitter, fino alla vigilia della diretta, una valanga di messaggi dibatte sul tema: "Fake news messe ad arte da chi vuole che Anastasio non vinca", "vere news ma in fondo chissenefrega se lui pensa queste cose, l'arte va scissa dalla politica", "invece no - ribattono in tanti -  essere un rapper ed essere di destra è una contraddizione in termini". Fatto sta che alla fine Anastasio ha comunque vinto X Factor. E a qualcuno non è sfuggito un altro dei suoi tanti, evitabili, like: quello piazzato sotto a una pagina che avverte i navigatori di stare attenti, perché c'è chi ti giudica dai like che metti sul tuo Facebook.

Anastasio: "Io né fascista né comunista. Pensatore libero" 

11 a Lodo Guenzi: la sua gentilezza è terapeutica, in questa tv.

3 a Cattelan: tanto elegante, tanto simpatico. Ma non mi puoi dire, nell'ordine: ai Bowland, "Avete reso le mie orecchie più felici quindi non vedo l'ora di comprare il vostro disco". Poi a The Giornalisti: "Non vedo l'ora di andare al vostro concerto". Poi a Ghali: "Non vedo l'ora di ascoltare il nuovo disco". Io personalmente non vedo l'ora di sentirti dire qualcosa di originale e magari non - indoor views mobile smartwatch - in inglese, laddove vi è un semplicissimo e assolutamente elementare corrispettivo italiano.

8 a Mengoni. Mentre il mondo cade a pezzi, Naomi (Noemi) stracanta. 

5 a The Giornalisti: Una delle canzoni di Tommaso Paradiso dice "La Corea del Nord non potrà fermare tutto questo". E' vero. Purtroppo.

7 a Ghali. Pensa forse di essere Stromae. E magari ha anche ragione.

1 ai Muse. Perché quando intonano "Black Holes and Reveletions" si apre il cuore e quando cantano le robe più recenti no?