Roma, 30 novembre 2021 - Giro di vite in Europa sulla campagna vaccinale. Mentre la Germania si avvia verso vaccino obbligatorio e lockdown per i non vaccinati, tanto l'Austria che la Grecia ricorrono alle multe contro i no vax. L'ultima notizia in ordine temporale arriva proprio da Vienna.

Obbligo vaccinale, von der Leyen: "È tempo di discutere nell'Ue"

Dati Covid Italia: il bollettino del 30 novembre

Austria, verso obbligo vaccinale

Una bozza di disegno di legge all'esame del governo prevede l'obbligo vaccinale dal primo febbraio: l'entità della sanzione per gli inadempienti non è ancora definitiva ma chi non si vaccinerà potrebbe incorrere in multe fino a 3.600 euro, nel caso ci si rifiuti per due volte. In caso di rifiuto recidivo la cifra potrebbe essere raddoppiata. "Non ci sono alternative", dice il ministro alla salute Wolfgang Mueckstein, vista la situazione epidemica nel Paese e il basso tasso di vaccinati (circa il 70%). Dall'obbligo sarebbero esclusi i bambini delle elementari. Non è chiaro dalla bozza se anche il booster sarà obbligatorio e se i guariti saranno trattati con le stesse regole dei vaccinati. 

Grecia, multe ai no vax

I greci con più di 60 anni che rifiutano il vaccino contro il Covid dovranno pagare una multa di 100 euro al mese. Lo ha annunciato il primo ministro Kyriakos Mitsotakis, spiegando che "dal 16 gennaio tutti gli over 60 devono aver almeno preso appuntamento per la prima dose". Una misura che ha l’obiettivo di incentivare la popolazione a immunizzarsi soprattutto alla luce dei timori suscitati dalla nuova variante omicron. Nel corso di una conferenza stampa, infatti, Mitsotakis ha sottolineato che l’allerta del governo è massima per la nuova variante, anche se finora in Grecia non sono stati individuati casi. 

Covid, Germania: quasi 400 morti in 24 ore

In Grecia il tasso di vaccinazione è ancora basso, al 63%, anche se nelle ultime settimane sono aumentati gli appuntamenti per le somministrazioni. Preoccupano soprattutto i circa 520mila over 60 che non hanno ricevuto neanche una dose, ed è proprio a loro che è rivolta la nuova misura. Chi tra questi deciderà di non vaccinarsi dovrà pagare una multa mensile che, come specificato dal Mitsotakis, "sarà destinata a un fondo speciale per finanziare gli ospedali pubblici".

La situazione in Grecia

Anche la Grecia è stata colpita dalla quarta ondata che ha fatto impennare contagi e decessi. Nelle ultime 24 ore in Grecia sono stati registrati 6.677 nuovi casi di Covid e 108 morti, numeri molto alti se si pensa che a ottobre nel Paese si rilevavano circa duemila nuovi positivi al giorno e una trentina di vittime. Per fronteggiare questa nuova ondata dal 22 novembre sono state imposte restrizioni per i non vaccinati. Chi non è immunizzato, infatti, non può più accedere a "luoghi chiusi" pubblici, tra cui ristoranti, cinema, teatri, musei e palestre. Inoltre, l'esecutivo ha ridotto la durata del green pass a 7 mesi per gli over 60 per incentivarli a fare al più presto la terza dose.