Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
21 dic 2021
21 dic 2021

Omicron dominante negli Usa, Biden: "Si devono preoccupare solo i non vaccinati"

Impennata di contagi Covid negli Stati Uniti e prima vittima. Cresce la pressione sugli ospedali, ma per ora escluse restrizioni. Mini lockdown spontanei però già messi in atto nella pratica. La Nuova Zelanda resta blindata. Torna la paura in India, già duramente colpita dalle mutazioni precedenti. In Europa giornate decisive in molti Stati. L'Austria valuta un nuovo lockdown. Germania, partite di calcio a porte chiuse

21 dic 2021

New York, 21 dicembre 2021 - La variante Omicron del Covid dilaga ormai in tutto il mondo. Ora è la mutazione più diffusa in America che registra la prima vittima. Un uomo non vaccinato con condizioni di salute pregresse è morto in Texas, nella contea di Harris, lunedì 20 dicembre, dopo essere risultato positivo alla variante Omicron. Lo hanno riferito i funzionari sanitari di Houston. L’uomo, che aveva circa 50 anni e soffriva di varie patologie, era stato precedentemente infettato da Covid-19: è morto dopo aver contratto la variante Omicron. Non era vaccinato.

Approfondisci:

Covid: nuovi vaccini, pillole e varianti. Ma come si esce dalla pandemia?

Covid, Oms: "Un evento cancellato è meglio di una vita cancellata"

La variante riguarda circa tre quarti dei nuovi casi di contagio, afferma Cdc, la massima autorità sanitaria statunitense, spiegando come il 73% delle nuove infezioni è legata proprio all'Omicron. In molte parti degli Usa la nuova variante conta addirittura il 90% dei casi. Solo la scorsa settimana l'impatto di Omicron sui contati era poco più del 12%. Ora, secondo gli esperti, la percentuale potrebbe salire ancora per arrivare alla totalità delle infezioni. Tra gli stati più colpiti quelli di Washington, Oregon e Idaho. Nel Sud, Florida, Alabama e Georgia hanno toccato oltre il 95% di casi.

Il presidente Joe Biden però non vuole cresca il timore nel Paese: "Dobbiamo essere preoccupati per la diffusione della variante Omicron del Covid 19, ma non c'è ragione di farsi prendere dal panico. Non è come nel 2020, oggi gran parte dell popolazione è vaccinata". In tv alla nazione il numero uno della Casa Bianca ha ammonito: "I non vaccinati hanno buone ragioni per essere preoccupati, mentre i vaccinati e chi ha fatto il booster, molti di meno, potranno passare le festività di fine anno come programmato", e ha ribadito: "Chi non si vaccina rischia di ammalarsi in maniera più grave e rischia la morte".

In Germania il cancelliere Olaf Scholz ha annunciato nuove misure, tra cui le partite di calcio a porte chiuse dal 28 dicembre. "Per rallentare la diffusione del virus non si possono più organizzare grandi eventi con il pubblico e questo riguarda anche le partite di calcio", ha dichiarato Scholz. I tifosi tedeschi erano tornati sugli spalti lo scorso agosto. 

UsaI contagi in aumento

Il timore ora è che nell'arco delle feste natalizie la situazione possa degenerare ancora rendendo indispensabili misure più drastiche nel Paese. "Il Covid non rappresenta la stessa minaccia costituita nel 2020", rassicura però la portavoce della Casa Bianca, Jen Psaki, che invita a non fare allarmismi pur riconoscendo il boom di contagi negli Stati Uniti che sta rendendo sempre più difficile la situazione negli ospedali. "Domani il presidente Joe Biden tornerà a sostenere la necessità di vaccinarsi", ha affermato Psak, i negando che siano in vista restrizioni o lockdown. Resta il fatto che gli Stati Uniti hanno registrato il 20 dicembre quasi 300mila casi. La città di New York ha il tasso di nuovi casi di Covid più alto degli Stati Uniti: i contagi sono in aumento esponenziale e nell’ultimo mese sono saliti del 640%. Lo riporta Abc citando dati del Centers for Disease and Control Prevention. 

Bollettino Covid in Italia del 21 dicembre

Mini lockdown spontanei

E in pratica, mini lockdown spontanei per mancanza di personale o per piccoli focolai, già vengono messi in atto, con presenze in ufficio ridotte al lumicino. Ristoranti, aziende e università americane lanciano una stretta. Il prestigioso ateneo di Harvard ha annunciato il ritorno delle lezioni online per tre settimane in gennaio. La Cnn ha chiuso invece gli uffici al personale non essenziale e limitato le presenze negli studi televisivi. "Se il vostro lavoro non richiede la presenza, per favore lavorate da altre parti", ha detto il presidente Jeff Zucker in una comunicazione ai dipendenti. Wall Street, fervente sostenitrice del lavoro in presenza e fra le prime a riportare i dipendenti alle loro scrivanie, è stata costretta a fare marcia indietro. Goldman Sachs ha ordinato di cancellare tutti i party aziendali per limitare la diffusione del virus. JPMorgan ha raccomandato allo suo staff di posticipare gli "eventi in cui indossare la mascherina potrebbe essere difficile, come quelli incentrati sul mangiare e bere". Ma sono anche le piccole aziende come i ristoranti a essere costretti a chiudere: focolai fra i dipendenti e la carenza di personale hanno spinto molti esercizi - già alle prese con il caro prezzi delle materie prime e i suoi effetti sul menù - a optare per chiudere almeno temporaneamente. Ondate di chiusure temporanee anche a Broadway.

Niente Capodanno a Times Square

New York potrebbe rivedere i piani per i tradizionali festeggiamenti della notte di Capodanno a Times Square, attrazione per centinaia di migliaia di cittadini della Grande Mela e turisti. Una decisione sarà presa prima di Natale, ha annunciato il sindaco della Grande Mela Bill de Blasio. Potrebbe così saltare o essere ulteriormente ridimensionato l'evento per l'iconico countdown, visti i rischi legati alla diffusione della variante Omicron del Covid. A New York, dove si registra ogni giorno un numero record di casi, si aspetta un picco nei contagi nelle prossime settimane.

Brasile

La città di San Paolo - la più grande del Brasile e dove è iniziata la trasmissione comunitaria della variante Omicron del Coronavirus - ha registrato nell’ultima settimana un aumento del 47% dei ricoveri di pazienti con problemi respiratori. Negli ultimi sette giorni sono state ricoverate 1.170 persone contro i 793 della scorsa settimana, ma questo non indica necessariamente che siano legati ai contagi da Omicron, riporta oggi il quotidiano Folha de Sao Paulo. Il segretariato comunale alla Salute, Edson Aparacido, ritiene infatti che una parte dei ricoverati sia stata contagiata dall’influenza. La malattia, che sarebbe una variante della più conosciuta H3N2, ha colpito con particolare violenza e fuori stagione diversi Stati del Brasile, dal mese scorso, tanto da essersi moltiplicati gli ingressi al pronto soccorso in varie città, oltre ad essere stati già segnalati i primi casi mortali.

Nuova Zelanda

E crescono i timori un po' ovunque nel Pianeta. Dietrofront della Nuova Zelanda sulle misure anti-Covid. Il Paese, che aveva messo in atto uno degli schemi più rigidi al mondo per evitare i contagi, ha annunciato che sposterà ormai a febbraio l'allentamento delle restrizioni per i viaggiatori che sarebbero entrate in vigore dal 16 gennaio. "E' chiaro che Omicron è ora una variante molto trasmissibile - ha detto il ministro per la risposta al Covid Chris Hipkins -. Senza dubbio è molto deludente questa decisione e interferirà con molti programmi di vacanza, ma è importante che questo cambiamento venga deciso ora dal momento che non sappiamo quando Omicron sia pericolosa e come sarà il suo impatto sui sistemi sanitari nazionali". Il Paese ha anche ampliato le norme sulla quarantena per i viaggiatori in arrivo da una settimana a 10 giorni.

India

Cresce anche in India la preoccupazione prr la diffusione della nuova variante nel Paese, già duramente colpito dalle precedenti ondate. Le autorità sanitarie locali hanno registrato 200 casi di Omicron in 12 stati, principalmente nello Stato occidentale del Maharashtra e nella capitale della nazione, Nuova Delhi, ha reso noto il ministero della Salute. Il conteggio dei casi di Omicron è quasi raddoppiato in una settimana, ma finora non sono stati segnalati decessi. In meno del 40% dei casi, i dati hanno mostrato che i pazienti si sono completamente ripresi o sono stati dimessi dopo un ricovero in ospedale. L'India ha accelerato la sua campagna di vaccinazione tra i timori di potenziali picchi di infezioni, con almeno una dose somministrata all'87% dei 944 milioni di adulti ammissibili alla campagna di immunizzazione.

Europa / Gran Bretagna

Il sindaco laburista di Londra, Sadiq Khan, ha annunciato l'annullamento dei festeggiamenti previsti nella capitale britannica per il Capodanno, a fronte del drastico aumento dei casi della variante altamente contagiosa Omicron. "Con le infezioni da Covid-19 a livelli record nella nostra città e in tutto il Regno Unito, sono deciso a fare tutto il possibile per rallentare la diffusione della nuova variante e garantire che la sanità pubblica non venga sopraffatta da questo inverno", ha detto Khan in una nota. "Ciò significa che non ospiteremo più la celebrazione con 6.500 persone prevista per Capodanno a Trafalgar Square".

Covid Gb, nuovi casi ancora sopra 90mila. Johnson prende tempo

Austria

A seguito del diffondersi della variante, l'Austria sta pensando ad un periodo di lockdown dopo le festività natalizie. Domani il cancelliere, Karl Nehammer, il ministro della Sanità, Wolfgang Mueckstein e la ministra del Turismo, Elisabeth Koestinger, incontreranno i governatori dei nove Laender e gli esperti. Saranno decise anche le restrizioni per i festeggiamenti della serata di San Silvestro.

Spagna

La Spagna si prepara a nuove misure per far fronte all'ondata di casi. La Commissione per la Salute pubblica si riunirà oggi, alla vigilia della Conferenza dei presidenti convocata per mercoledì dal capo del Governo Pedro Sanchez. Nelle ultime due settimane l'incidenza dei contagi nel Paese è salita a 609 cai ogni 100 mila abitanti, con 16 territori a rischio massimo di trasmissione. Tra le proposte sul tavolo del Governo l'uso obbligatorio della mascherina. Intanto la Catalogna ha già annunciato che metterà in atto restrizioni più dure per il periodo natalizio, come la limitazione delle riunioni per le feste a un massimo di 10 persone. Nelle ultime 24 ore la Spagna ha registrato un incremento record: 49.823 casi, mai così tanti da inizio pandemia (il precedente record era stato lo scorso 21 gennaio con 44.357 nuovi contagi).

Germania

Giornata all'insegna delle decisioni anche in Germania. E' in programma per questo pomeriggio il vertice in videoconferenza tra il cancelliere Olaf Scholz e i 16 premier dei lander tedeschi, per discutere le misure da adottare per arginare la quinta ondata della pandemia. Il vertice d'urgenza è stato deciso dopo l'avvertimento lanciato dal nuovo Consiglio di esperti del governo federale, che ha messo in guardia dai rischi derivanti dalla rapida diffusione della variante Omicron del virus. Tra i punti all'ordine del giorno del vertice di oggi, le misure da adottare per ridurre i contatti tra la popolazione, compresi i vaccinati e i guariti e la probabile chiusura di locali notturni e discoteche. Dal 28 dicembre in Germania le partite di calcio saranno disputate a porte chiuse. Lo ha annunciato il cancelliere, in accordo e con le Regioni, annunciando le nuove misure. 

Svezia

La Svezia spinge sullo smart working: il governo esorterà tutti i dipendenti a lavorare da casa se possibile e imporrà regole più severe per il distanziamento sociale per fronteggiare la nuova ondata di casi Covid. Tra le nuove misure, il limite di 50 persone negli incontri privati, servizio solo seduti per bar e ristoranti e uso della mascherina sui trasporti pubblici. “Dobbiamo prenderci responsabilità condivise e adattarci alla nuova realtà”, ha sottolineato la premier Magdalena Andersson. “Capisco che molti sono stanchi di tutto ciò, lo sono anch’io, ma ora abbiamo una nuova variante che significa che siamo in una nuova situazione”.

Vaccino Novavax, perché è diverso dagli altri

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?