Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
22 dic 2021

Covid: nuovi vaccini, pillole e varianti. Ma come si esce dalla pandemia?

L’ipotesi che il virus si possa indebolire. Gli infettivologi s’interrogano sulla durata dell’emergenza

22 dic 2021
alessandro malpelo
Cronaca

Immunizzazione a tappeto, antivirali, igiene e profilassi: la ricetta è quella. "Ci siamo liberati dal vaiolo – spiega Claudio Cricelli, presidente della Società italiana di medicina generale (Simg) –, abbiamo eradicato quasi del tutto la polio. Dal Coronavirus facciamo fatica a saltarci fuori, lo terremo sotto tiro con gli strumenti che abbiamo". Ma la soluzione definitiva? "A un certo punto il virus smetterà di circolare". E quando? La risposta, secondo Cricelli, viene dell’epidemiologia moderna: "Ci vorrebbe una vaccinazione universale, serviranno dosi di vaccino da somministrare in tutto il mondo e tutta la gamma di misure a noi note: uso intensivo continuato delle mascherine, tracciamento, moderne terapie con inibitori delle proteasi, anticorpi monoclonali". Ma i virologi riescono a immaginare qualche altra scappatoia? Covid, studi: "Con Omicron meno ricoveri rispetto a Delta" Restrizioni Natale e Capodanno: cosa ha detto Draghi. Dai tamponi alle Ffp2, le misure Covid, allarme Oms: "Con Omicron altra tempesta in arrivo" Come si esce dalla pandemia? "Ci vuole pazienza, ottimismo e spirito di adattamento", afferma Claudio Mastroianni, presidente Simit, la Società italiana di malattie infettive. "Difficile prevedere come e quando ne usciremo, dopo varie ondate arriverà un momento in cui l’epidemia si stabilizzerà". Covid, bollettino con i contagi del 22 dicembre Quante volte all'anno dovremo vaccinarci? "Anche qui, dobbiamo essere prudenti nel fare previsioni – argomenta il numero uno degli infettivologi italiani –, perché poi ti strappano una mezza promessa, vaccino una volta all’anno anziché ogni sei mesi, e magari dobbiamo ricrederci". Si sbilancia invece Cricelli: "Nessuno è in grado di sapere quante volte dovremo vaccinarci, è verosimile pensare che sarà almeno una volta all’anno. Le prime due dosi si sono rivelate incapaci di dare una immunità permanente, quindi è presumibile che per diversi anni si potranno fabbricare vaccini nuovi diversi adattati alle varianti. Con le tecnologie a ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?