18 apr 2022

Ucraina, c'è una foto della nave Moskva colpita in mare

Il padre di un marinaio disperso chiede "la verità". L'Ucraina sostiene di avere colpito la nave con dei missili, mentre secondo la Russia a causare il naufragio sarebbe stata un'esplosione accidentale a bordo

Un post tratto dal profilo Twitter OSIN mostra  l'ammiraglia della flotta russa nel mar Nero  +++ATTENZIONE LA FOTO NON PUO' ESSERE PUBBLICATA O RIPRODOTTA SENZA L'AUTORIZZAZIONE DELLA FONTE DI ORIGINE CUI SI RINVIA+++
Un post dal profilo Twitter OSIN mostra l'ammiraglia della flotta russa nel mar Nero

Roma, 18 aprile 2022 - Una foto che mostrerebbe la nave da guerra russa Moskva colpita da un missile in mare è stata pubblicata online. La fonte dell'immagine non è chiara e non è al momento stato possibile verificarne l'autenticità. Osservatori militari affermano però che la fotografia potrebbe essere autentica. L'Ucraina sostiene di avere colpito la nave con dei missili, mentre secondo la Russia a causare il naufragio sarebbe stata un'esplosione accidentale a bordo. 

Bucha, Putin premia la brigata del massacro: "Per eroismo e tenacia"

Approfondisci:

Guerra in Ucraina, Zelensky: "5000 bimbi deportati in Russia"

I parenti di alcuni membri dell'equipaggio dell'incrociatore hanno scritto sul principale social media russo VKontakte che i loro familiari che si trovavano sulla nave sono scomparsi. Tra gli altri, Dmytro Shkrebets ha affermato che suo figlio Yegor prestava servizio sull'incrociatore e dopo l'affondamento è stato incluso negli elenchi dei "dispersi". "Mio figlio, soldato di leva, come mi è stato detto dai comandanti diretti dell'incrociatore Moskva, non è tra i morti e i feriti ed è indicato come disperso: scomparso in mare aperto?", ha scritto Skrebets, "dopo i miei tentativi di chiarire i dettagli dell'incidente, il comandante dell'incrociatore e il suo vice hanno smesso di comunicare con me. Ho chiesto direttamente perché voi ufficiali siete vivi e mio figlio, appena arruolato, è morto?". Il padre del giovane marinaio ha aggiunto che il figlio è stato chiamato al servizio militare il 2 luglio 2021 e sull'incrociatore ha servito come cuoco di bordo. L'uomo ha chiesto agli utenti del social di diffondere il suo messaggio, "affinché questa terribile tragedia non venga coperta", e ha detto che intende dedicare la sua vita affinché "la verità prevalga in questa storia". Allo stesso tempo, sulla sua pagina sul social network, ha pubblicato incoraggiamenti per l'esercito russo e l'affermazione che "l'Ucraina non dovrebbe esistere". Shkrebets anche pubblicato le foto del figlio e dei suoi compagni, scattate, secondo lui, quattro giorni prima della scomparsa. Il post originale è stato rimosso, ma in seguito l'uomo ha ripubblicato il testo con il commento, "verrà rimosso presto". 

Secondo la mamma di un membro dell'equipaggio sopravvissuto, sulla Moskva sarebbero morti 40 marinai russi, e molti altri sarebbero rimasti feriti, in gran parte con gli arti mutilati. Ma c'è una prima comunicazione ufficiale dalle autorità ai parenti per il decesso di un marinaio imbarcato sulla Moskva: Yulia Tsyvova, madre di un 19enne di leva imbarcato sull'incrociatore, secondo quanto scrive Guardian, afferma di aver ricevuto oggi dal ministero della Difesa una telefonata in cui le è stato comunicato che il figlio Andrei era morto nell'affondamento dell'unità militare russa il 13 aprile. "Non mi è stata fornita alcuna informazione su quando ci saranno i funerali", ha aggiunto la donna.

I misteri della Moskva

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?