4 apr 2022

Massacro Bucha: chi è il comandante russo accusato dello sterminio

Secondo media ucraini si tratterebbe di un tenente colonnello a capo di una brigata di artiglieria motorizzata

featured image
Il comandante russo in una foto diffusa dal canale Telegram di InformNapalm

Roma, 4 aprile 2022 - Sarebbe stata scoperta l'identità del comandante russo a capo delle truppe russe responsabili del massacro di Bucha, il più grave dall'inizio della guerra in Ucraina. Secondo quanto fatto filtrare dai media ucraini, sarebbe il tenente colonnello Omurbekov Azatbek Asanbekovich il militare che, prima della liberazione di Bucha da parte degli ucraini, avrebbe autorizzato lo sterminio.

Secondo le informazioni diffuse dagli attivisti di InformNapalm, l'unità militare 51460, 64esima brigata di artiglieria motorizzata operativa nella città, sarebbe stata comandata dal tenente colonnello Omurbekov Azatbek Asanbekovich. Sui canali social del gruppo vengono riportati anche i recapiti privati dell'ufficiale russo.

A Bucha sono ormai centinaia le vittime, per lo più civili, uccisi a sangue freddo, scoperte in quello che è al momento il massacro più grave dall'inizio dell'invasione russa, avvenuta lo scorso 24 febbraio.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?