Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
23 giu 2022

Multe per il codice della strada, gli aumenti. Quanto si pagherà per il divieto di sosta

Da lunedì si paga di più per le spese postali. Spettro inflazione. Ma a Verona e Genova la tecnologia taglia i costi

23 giu 2022
rita bartolomei
Economia

Roma, 23 giugno 2022 - Multe per infrazioni al nuovo codice della strada 2022: aumenti in vista. Intanto da lunedì 27 giugno, ricorda l’Asaps di Giordano Biserni, crescono del 7% i costi postali per le raccomandate,  il sistema utilizzato per notificare le sanzioni. Lo ha deciso una delibera dell’Agcom del 30 maggio. Ma non solo. In prospettiva si annuncia una vera stangata a gennaio, quando le sanzioni dovranno essere adeguate all’aumento del costo della vita. 

Approfondisci:

Covid e patente, scadono le proroghe. La data da bollino rosso e il rischio ritiro

Approfondisci:

Patente, chi rischia la revoca. Ecco 5 cose da sapere prima di mettersi in viaggio

Multe nella morsa dell’inflazione


“Secondo le nostre proiezioni, e speriamo di essere smentiti, l’aumento potrebbe assestarsi sull’8,1%”, anticipa il presidente Biserni.  Dopo un impegno di trent'anni sulla sicurezza stradale l'ex poliziotto non ha dubbi: "Questi aumenti non ci convincono, soprattutto in un momento storico come questo. Per noi la sicurezza si garantisce con più pattuglie sulle strade, per essere in grado di contestare subito le infrazioni".

Verbale per divieto di sosta: l’aumento dal 27 giugno


Le raccomandate per la notifica di atti giudiziari da lunedì 27 giugno passano dunque da 9.50 a 10.15 euro (+7%).  Asaps prende come esempio un verbale-base, com'è ad esempio quello per divieto di sosta da 42 euro. Al costo della sanzioni vanno aggiunti 10,15 euro per la raccomandata e altri 2,50-15 euro per i costi procedurali. Sì, la variazione di questa voce è davvero notevole, "a seconda del Comune in cui si viene sanzionati, come denunciato recentemente dai rappresentanti dell’Autorità garante per la concorrenza e il mercato alla Camera dei Deputati in Commissione Tutela dei Consumatori". Dai 42 euro iniziali, così, si rischia di arrivare "a oltre 65 euro", fa i conti Biserni. 

Cosa sono le spese procedurali?

La voce delle spese procedurali, come si è visto, pesa da 2,50 a 15 euro. Ma cosa comprende? Dalla carta alla consultazione del portale automobilista.  Simone Baldelli di FI, che da anni 'combatte' su multe (e autovelox), ha chiesto al governo "un monitoraggio per capire se si possa arrivare a un prezzo medio". Dopo l'audizione del Garante alla Camera si è capito che quelle spese sono più alte "dove le notifiche avvengono via Pec".

"Bloccare gli aumenti"

L'Asaps chiede "un intervento urgente del Governo su tre fronti: il primo con la sospensione della delibera Agcom e il blocco delle tariffe postali per un biennio, vista la grave crisi economica del momento. Poi è necessaria e urgente una norma che imponga costi procedurali standard per tutti i Comuni, al fine di evitare aumenti ingiustificati da zona a zona in Italia. E da ultimo, va deciso subito il blocco dell’aumento biennale delle sanzioni che dovrebbe scattare il 1°gennaio 2023". Biserni cita i dati Istat di qualche giorno fa, "l’aumento dell’indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (FOI) sarebbe dell’8,1%, con un divieto di sosta che passerebbe da 42 a 45 euro. Veramente troppo in momento terribile come questo“.

Verona e Genova: la tecnologia taglia le spese

Ma ci sono città che usando la tecnologia sono riuscite a tagliare le spese. Come? Lo spiega Luigi Altamura, comandante della polizia locale di Verona. "Da qualche mese - fa sapere - , si può utilizzare l'App Io, che risulta scaricata da 10 milioni di italiani. Serve all'amministrazione per inviare i preavvisi di notifica di verbale". Vale per gli automobilisti intestatari di un veicolo e per queste violazioni: accesso abusivo alla Ztl o alle corsie preferenziali o violazione dei limiti di velocità sulla tangenziale, dove non si possono superare i 70 km/h.

"Questo sistema - spiega Altamura - elimina le spese di notifica e procedurali e consente di pagare entro 5 giorni con lo sconto del 30%".

La sveglia con la notifica della multa

Funziona così: quando la mattina si riaccende il telefonino, arriva il messaggio con il preavviso della multa, perché durante la notte i dati dell'automobilista, codice fiscale compreso, sono stati inviati alla Motorizzazione. Vuoi pagare? Clicca. E se è prevista una decurtazione dei punti? Si può fare. Il sistema fino ad ora è attivo a Verona e a Genova. "Sta avendo un grande successo", testimonia Altamura. Se devi pagare, meglio farlo subito (e con lo sconto).

Multe al codice della strada, aumenti in arrivo
Multe al codice della strada, aumenti in arrivo

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?